Ci interessa l’impossibile, perchè il possibile è già stato fatto e non è cambiato nulla, intervista ai Full Vacuum Arkestra

FVA1

Dopo l’uscita del loro ultimo disco “Dia-Luz” (15 Aprile 2016, Audioglobe) abbiamo fatto quattro chiacchiere con chi si cela dietro il progetto dei Full Vacuum Arkestra.

1) Come mai questo cambiamento da Full Vacuum a Full Vacuum Arkestra?

Full Vacuum è nato da un’idea ed è cresciuto come una pianta dal seme. Il primo lavoro è stato concepito dal sottoscritto a livello di scrittura e di produzione ed ha preso forma in una sonorità vagamente elettronica mescolata ad arrangiamenti musicali di altri musicisti. L’evoluzione in Arkestra è stata naturale, la necessità di esprimere una concezione di Musica che andasse oltre ogni tipo di confine o di “genere” ha portato alla creazione di un collettivo che condivide passioni ed ideali e che vanta un notevole affiatamento umano oltre che musicale.

2) Qual è il cambiamento più importante rispetto al passato?

Sicuramente il suono, arricchito e reso multiforme dal personale contributo di ogni singolo musicista e lo spettacolo dal vivo, che comprende anche momenti di poesia e live painting e che ha guadagnato in impatto scenico, diventando sicuramente molto più coinvolgente.

3) Cosa vi ha portato ad andare avanti in questa direzione?

Con un pizzico di orgoglio mi permetto di dire che la direzione che stiamo seguendo richiede non poco coraggio. La scelta di non rinchiudersi in un barattolo con etichetta come viene spesso richiesto dal mercato musicale può essere considerata rischiosa in un momento in cui il pubblico è sottoposto a un sovraccarico di input e, per ovvie ragioni, tende a seguire più facilmente produzioni legate a generi e circuiti ben definiti. Quello che ci porta avanti è la curiosità, la ricerca libera ed infinita, l’amore per la Musica. Non amo le citazioni, ma faccio un’eccezione per colui che sicuramente è una delle più grandi fonti d’ispirazione, Sun Ra: “A me interessa l’impossibile, perchè il possibile è già stato fatto e non è cambiato nulla.”

4) Com'è nata l'idea della tracklist che corrisponde ad ogni ora del giorno?

Ruota tutto intorno a una questione di “luce”. Tra un quadro e una canzone non vedo grandi differenze, per me sono molto simili. Da qui la scelta di attribuire un’ora precisa ad ogni pezzo, che ovviamente ha la sua propria atmosfera, i suoi riflessi, le sue ombre. Si parte dalla sera, verso la notte, poi l’alba, la mattina, il giorno, il pomeriggio e di nuovo la sera. Un ciclo continuo.

5) Che musica vi ispira e ascoltate?

Piccola domanda, risposta potenzialmente infinita, un po’ come parlare di quanto è grande l’universo. Come dicevo prima, i musicisti che compongono l’Arkestra vengono da generi molto diversi, il rock, il reggae, il jazz, il funk, ed ognuno porta le proprie influenze all’interno del progetto, in libertà. Il risultato è assolutamente riscontrabile nel disco. Personalmente faccio molta ricerca musicale, setacciando canzoni e gruppi di tutto il mondo e di tutti i tempi. Penso sia un presupposto fondamentale per esprimere un concetto importante come quello di Unità, tra le persone, tra l’uomo e la terra, tra la terra e il cosmo.

6) Progetti futuri?

Esplorare nuovi orizzonti, portare in giro la nostra musica e il nostro disco, realizzare un nuovo lavoro. Il fiume scorre.

>>>>

ASCOLTA FULL VACUUM ARKESTRA “Dìa-Luz”
https://open.spotify.com/album/5emhCCznDR2szUxJEDEELV

ACQUISTA
https://itunes.apple.com/it/album/dia-luz/id1100978444

CREDITI
Davide Barca – voce e testi
Rocco Favi – voce, tromba, flicorno
Alberto Antomarini – percussioni
Davide Barucca – percussioni
Giulio Sagone – basso
Yuri Bregoli – voce, chitarra

Sandra Ferretti – Background vocals in “Assai”
Sacha Moccheggiani – Violino in “Mille Volte”
Registrato e mixato da Luometti presso La Cupa Records
Masterizzato da Claudio Tagliabracci presso Hell’z Eye Studio
2016

CONTATTI
https://www.facebook.com/full.vacuum.9/

https://soundcloud.com/fullvacuum

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...