I miei pezzi non sono usa e getta, intervista a Maryele

DSCN8830

SOGNO D’ALABASTRO” è l’album di esordio di MARYELE, energica interprete con un timbro di voce particolarmente vellutato che si adatta a dolcezza e aggressività. Prodotto interamente da ALESSANDRO TOLONE racchiude 9 pezzi che catalogare come pop-rock pare riduttivo. Infatti non si tratta della classica uscita “USA E GETTA” come le recenti tendenze offrono: pezzi molto semplici, orecchiabili e spesso non oltre i 3 minuti. L’album offre una opportuna ricerca dell’arrangiamento che ruota attorno a melodie ricercate e spesso struggenti con forti e repentini cambi di tempo mantenendo contestualmente una costante armonia. Un ibrido tra sound melodico e suoni più aggressivi con una impostazione originale che dimostrano lo stile alternativo delle composizioni. Le tracce, tutte in italiano, rispecchiano i pensieri e le vicende personali dell’autore spaziando anche su temi scottanti di attualità. Il singolo “0% DI VITA” è fruibile contestualmente al video. Non sopportare impassibile la musica che i media ti impongono di ascoltare … impara a reagire!

Abbiamo fatto quattro chiacchiere con l’artista per conoscerla meglio.

1) Parlaci del tuo primo disco. E’ stata dura arrivare alla sua pubblicazione?
Direi parecchio dura. Mi piace insistere nel dire che i miei pezzi non sono “usa e getta” ma sono ben conditi da opportuni arrangiamenti che rendono le tracce ricche delle giuste frequenze per un ascolto attento e approfondito. Per questo motivo è stata dura ma anche coinvolgente e stimolante chiamare tutti i turnisti e mixare tutto in maniera adeguata. Il risultato dopo molto tempo e meditazione direi che è soddisfacente.

2) Come ti sei avvicinata alla musica?
Lavoro nel mondo dello spettacolo ormai da molti anni, dal teatro al canto in molte sue forme quindi la musica mi ha sempre accompagnato anche da bambina. Lo stimolo per arrivare ad un album l’ho avuto da Alessandro Tolone, produttore, arrangiatore e fonico di tutto “SOGNO D’ALABASTRO”. Da qui è nata una fruttuosa collaborazione che ci ha portato alla fine a girare il video del singolo “0% DI VITA” e a promuovere in maniera massiccia il CD.

3) La musica può essere un lavoro vero nel 2017?
Si ma è dura per tutti, per gli artisti emergenti e non e per tutti gli addetti ai lavori. Non è mai stato così difficile come in questo periodo storico. Devi sapere fare tutto: produrre, arrangiare fare il fonico, saperti promuovere, insomma devi esser bravo e avere anche una bella faccia tosta per saperti vendere bene. Parliamo anche dei tranelli che alcune (non tutte) case discografiche ti offrono, tipo pagare per essere prodotti o ricomprarti i tuoi cd … roba da matti … o anche di concorsi che ti chiedono dei soldi ( e non pochi) solo per ascoltare il materiale … insomma è un mondo molto difficile e non basta fare belle canzoni, anzi paradossalmente è meglio che fai delle canzoni mediocri (per essere gentili) e magari fai successo come succede molto spesso!

4) Quali sono i tuoi progetti futuri?
Sono prigioniera della mia passione: LA MUSICA! Non posso farne a meno, è il mio sfogo, la mia sopravvivenza e la mia felicità. Con l’amico Alessandro che ha già composto altri pezzi presumo che a breve si realizzerà un nuovo lavoro con la collaborazione di uno studio di registrazione che si è proposto di produrre alcuni pezzi. Credo con elevata certezza che la mia vita sarà per molto altro tempo accerchiata e prigioniera della mia passione. Non vi è giorno in cui sia assente dalla mia testa una melodia, un arrangiamento, un progetto da finire o nuovo da sviluppare. Oltre alle consuetudini della vita quali famiglia, lavoro , amici sono convinto che ognuno per migliorare o elevare il proprio grado di felicità debba avere uno scopo un fine che va ricercato ad ogni costo. Ritengo di essere molto fortunata sotto questo punto di vista perché ciò che voglio d’avvero fare lo faccio tutti i giorni e continuerò a farlo. Anche malgrado le brutte esperienze che la vita purtroppo mi ha regalato, la voglia di fare musica è andata sempre oltre ogni ostacolo e credo mi sia stata di enorme aiuto. Non è facile ovviamente, la realtà ti cade sempre addosso: la musica che fai non piace a tutti, non c’è mai tempo, bisogna sempre formarsi e aggiornarsi … ma ne vale la pena. Ogni traccia è un’ emozione della mia vita una soddisfacente esperienza per me. Ma restiamo per ora al nuovo lavoro di MARYELE “SOGNO D’ALABASTRO” quindi: STREAMING E SE TI PIACE DOWNLOAD!

Annunci

Sogno d’Alabastro è l’album d’esordio di Maryele

MARYELE 6

SOGNO D’ALABASTRO” è l’album di esordio di MARYELE, energica interprete con un timbro di voce particolarmente vellutato che si adatta a dolcezza e aggressività. Prodotto interamente da ALESSANDRO TOLONE racchiude 9 pezzi che catalogare come pop-rock pare riduttivo. Infatti non si tratta della classica uscita “USA E GETTA” come le recenti tendenze offrono: pezzi molto semplici, orecchiabili e spesso non oltre i 3 minuti. L’album offre una opportuna ricerca dell’arrangiamento che ruota attorno a melodie ricercate e spesso struggenti con forti e repentini cambi di tempo mantenendo contestualmente una costante armonia. Un ibrido tra sound melodico e suoni più aggressivi con una impostazione originale che dimostrano lo stile alternativo delle composizioni. Le tracce, tutte in italiano, rispecchiano i pensieri e le vicende personali dell’autore spaziando anche su temi scottanti di attualità. Il singolo “0% DI VITA” è fruibile contestualmente al video. Non sopportare impassibile la musica che i media ti impongono di ascoltare … impara a reagire!

GUARDA IL VIDEO
https://www.youtube.com/watch?v=9aXOKPzJ0rk

CONTATTI
www.alessandrotolone.it
FACEBOOK:
https://www.facebook.com/www.alessandrotolone.it/
YOUTUBE:
https://www.youtube.com/channel/UCWJ0whKfHVNzHVVpsDuDKBw?view_as=subscriber
GOOGLE+:
https://plus.google.com/+AlessandroTolone

DOWNLOAD AND STREAMING:
SPOTIFY:
https://open.spotify.com/album/5RwDtvbDp6dY9FpY3tKWGS
ITUNES:
https://itunes.apple.com/it/album/rubina/id1276160406?i=1276161373&app=music&upsell=true&ign-mpt=uo%3D5
DEEZER:
http://www.deezer.com/it/album/47082782
AMAZON:
https://www.amazon.it/Sogno-dalabastro-Maryele/dp/B0756JBX3N/ref=sr_1_1?s=dmusic&ie=UTF8&qid=1506620126&sr=1-1-mp3-albums-bar-strip-0&keywords=Maryele
GOOGLE PLAY:
https://play.google.com/store/search?q=maryele&c=music&hl=en
SHAZAM:
https://www.shazam.com/it/track/372701606/rubina

.PRODUZIONE 2017 A CURA DI: ALESSANDRO TOLONE
.MUSICHE E TESTI DI: ALESSANDRO TOLONE
.INTERPRETATO DA: MARYELE (Maria Elena Franchina)
.INCISIONI, MIX, MASTERING A CURA DI: ALESSANDRO TOLONE in collaborazione con “BITSTUDIORECORDING”
.REGITRAZIONI VIDEO ED EDITING “O% DI VITA” A CURA DI : “AUTORI MULTIMEDIALI”
.DIRITTI AUTORE DEPOSITATI PRESSO: ”SOUNDREEF”

Abbiamo intervistato gli Electric Circus

ElectricCircus_BZ

Gli Electric Circus sono una band strumentale con influenze jazz e psichedeliche, che si lascia ispirare da generi come il funk, la musica etnica, il blues. Li abbiamo intervistati in occasione dell’uscita del loro album “24/7″

Parlateci del vostro nuovo disco.
Il nostro ultimo lavoro in studio, intitolato 24/7, è un album composto da 7 tracce strumentali registrate presso lo studio MetroRec, più una traccia registrata a Tucson, durante un viaggio negli States. Il progetto ha visto coinvolti 7 artisti (pittori, poeti, fotografi e designer) chiamati a rappresentare la loro personale interpretazione di ogni brano. Il progetto è stato in parte finanziato da una campagna di crowdfunding conclusa nel marzo 2017. L’album, uscito in aprile 2017, vuole essere un esperimento di intercomunicazione tra le discipline creative e i risultati di questo esperimento sono sfogliabili nel booklet dell’album, sui nostri canali social e sono sempre esposti durante i concerti.


Come vi siete avvicinati alla musica?
Ci siamo avvicinati alla musica tra le medie e le superiori, convinti che suonare fosse l’unico modo per esorcizzare quel vago senso di malessere che spesso ci si porta addosso in quei cruciali anni. Nel 2013 il gruppo si costituisce come power trio per poi incorporare diversi musicisti nel suo organico, fino a diventare una sorta di collettivo musicale pronto ad accogliere strumentisti con esperienze musicali anche lontane, ma uniti dalla passione e dalla voglia di fare.

La musica può essere un lavoro vero nel 2017?
Dipende da cosa ci si aspetta dalla musica e dall’idea che si ha della stessa. Probabilmente per una band indipendente che propone musica originale potrebbe essere più complesso vivere di musica rispetto, ad esempio, ad un musicista classico. Si tratta sempre di musica, ma uno ha la possibilità “di farsi assumere” (dall’orchestra) mentre gli altri sono imprenditori di sé stessi in un mercato saturo. L’obbiettivo è poter lavorare con la musica un giorno, ma senza scendere a compromessi sulla qualità e sulla spontaneità.


Quali sono i vostri progetti futuri?
Stiamo per metterci al lavoro su un EP che sintetizzerà le esperienze di questa estate passata a suonare in giro per l’Italia insieme a tanti fantastici musicisti. Dopo chissà…

 

Abbiamo intervistato Gli Scortesi

band
Uscirà il 23 ottobre 2017 il disco d’esordio de ‘Gli Scortesi’ dal titolo ‘Non Sorridi Più’. Gli Scortesi sono una band nata nelle borgate di periferia a sud di Roma sul finire del 2015. Da allora tanti live, l’uscita di tre singoli (‘Gabbiani’‘Lexotan’ e ‘I Trentenni Non Esistono’) e le registrazioni in studio del primo LP, un disco realizzato con la collaborazione di Valerio Cascone in cui testi spiccatamente cantautorali incontrano suoni che richiamano il punk americano e il rock britannico, con influenze che vanno da Antonello Venditti, Weezer, Oasis, Francesco De Gregori ai Foo Fighters, Subways, Ramones e Ivan Graziani, per citarne alcuni.  Nel disco si parla dell’autodistruzione come risposta al disagio creato dall’incapacità di riuscire a fare i conti con il tempo che passa, il tutto filtrato dal punto di vista di protagonisti accomunati da un medesimo malessere.

Abbiamo fatto 4 chiacchiere con la band per conoscerla meglio.

1) Quanto le storie che narrate nelle vostre canzoni parlano di voi?
In nessuna canzone c’è una vera e propria “storia”. Per come la vedo io che ho scritto i testi (Marco) sono più episodi, sia autobiografici che non, a volte filtrati da punti di vista di altri personaggi a volte in prima persona.

2) Qual è il vostro sogno più grande legato alla musica?
Suonare in palazzetti pieni e sentire la gente che canta le nostre canzoni al posto nostro.

3) Che musica avete ascoltato mentre registravate il disco?
Queens of the stone age, Weezer, Foo Fighters.

4) Pensate che la gavetta sia ancora un percorso valido per farcela nella musica?
Ci sono percorsi e percorsi. Alcuni sono più fortunati, altri più bravi, altri entrambe le cose…anche la gavetta può insegnarti tanto come può essere inutile, sta a noi riuscire ad emergere

5) Qual è stato il vostro percorso?
Mandare agli altri una registrazione chitarra e voce su whatsapp, andare in sala prove, arrangiare il pezzo, provarlo, registrarlo, provare a diventare ricchi.

Young Werther: Tra Pop/R&B e Romanticismo, il primo concept album urban in Italia.

1505038864975

Young Werther’ è il primo album di ADD, cantante e producer italiano. Si tratta di un concept album basato sull’omonimo romanzo di Johann Wolfgang Goethe che unisce le sonorità del nuovo Pop/R&B internazionale vicino all’elettronica all’elettronica alle liriche che si rifanno ai temi del romanticismo,come l’eterna insoddisfazione della vita e la ricerca del piacere nell’oscuro e nell’indefinito. Le 12 tracce del disco sono scritte come lettere,ed ognuna porta avanti il filo della narrazione come nella tradizione di un romanzo epistolare. L’artista si destreggia tra italiano ed inglese con un singolo,Posto Per Me, dedicato alla sua città e alla necessità di dover andare via per trovare un posto che capisca la sua sensibilità artistica.Tutte le tracce sono state scritte e prodotte da ADD,che ha anche curato il mixaggio ed il mastering. Il primo singolo, Posto Per Me, è fuori dal 6 Ottobre su Youtube con video diretto da Jacopo Sica e sulle piattaforme digitali. Il disco uscirà ufficialmente il 24 Novembre.

GUARDA IL VIDEO
https://youtu.be/Pc3fbql-ivM

Bio:ADD è un cantante e produttore di 18 anni nato a Paola, in provincia di Cosenza. Inizia ad appassionarsi alla musica da piccolo ascoltando Nero a Metà,storico disco di Pino Daniele e successivamente inizia a fare serate come dj ma la scoperta della nuova ondata di R&B misto ad Elettronica portato da artisti come Frank Ocean e James Blake cambia completamente la sua percezione di musica,e da allora inizia a scrivere,produrre e cantare. dal 2015 in poi pubblica svariati singoli su Youtube in collaborazione con il videomaker Jacopo Sica e nel 2017 si mette al lavoro per il suo primo disco solista,in uscita il 24 Novembre 2017

Contatti:
addpressoffice@gmail.com
www.instagram.com/addsmyname
www.facebook.com/addismyname

[Recensione] Gli Scortesi – Non sorridi più

bandGli Scortesi sono una band nata nelle borgate di periferia a sud di Roma sul finire del 2015. Da allora tanti live, l’uscita di tre singoli (‘Gabbiani’, ‘Lexotan’ e ‘I Trentenni Non Esistono’) e le registrazioni in studio del primo LP, un disco realizzato con la collaborazione di Valerio Cascone in cui testi spiccatamente cantautorali incontrano suoni che richiamano il punk americano e il rock britannico, con influenze che vanno da Antonello Venditti, Weezer, Oasis, Francesco De Gregori ai Foo Fighters, Subways, Ramones e Ivan Graziani, per citarne alcuni.
Il disco adesso è pronto, si intitola “Non sorridi più” e uscirà il 23 Ottobre 2017. Il lavoro finale risulta davvero convincente sin dal primo ascolto. Un bel mix tra canzone d’autore e rock di più semplice fattura. Bei ritornelli, melodie e ritmo. Una bella scoperta. Siamo curiosi a questo punto di scoprire la band dal vivo.

Oscar Fano

Il 23 Ottobre esce ‘Non sorridi più’, il disco d’esordio de ‘Gli Scortesi’

cover

Genere: Indie Rock / Garage Rock
Label: Revubs
Distribuzione Digitale: iTunes, GooglePlay, Spotify
Release Date: 23.10.2017 

Uscirà il 23 ottobre 2017 il disco d’esordio de ‘Gli Scortesi’ dal titolo ‘Non Sorridi Più’

Gli Scortesi sono una band nata nelle borgate di periferia a sud di Roma sul finire del 2015. Da allora tanti live, l’uscita di tre singoli (‘Gabbiani’‘Lexotan’ e ‘I Trentenni Non Esistono’) e le registrazioni in studio del primo LP, un disco realizzato con la collaborazione di Valerio Cascone in cui testi spiccatamente cantautorali incontrano suoni che richiamano il punk americano e il rock britannico, con influenze che vanno da Antonello Venditti, Weezer, Oasis, Francesco De Gregori ai Foo Fighters, Subways, Ramones e Ivan Graziani, per citarne alcuni. 

Nel disco si parla dell’autodistruzione come risposta al disagio creato dall’incapacità di riuscire a fare i conti con il tempo che passa, il tutto filtrato dal punto di vista di protagonisti accomunati da un medesimo malessere. 

Buona Convivenza”, la canzone scelta come singolo, è il brano che meglio riassume lo spirito del gruppo e contiene il verso che da il titolo al disco stesso. La struttura lineare e la linea vocale cantilenante accompagnano le liriche del brano, che esprimono l’incapacità di due persone di coesistere nello stesso spazio, sia esso fisico o mentale. 

Un’altra frase di circostanza / Per una buona convivenza” 

Una buona convivenza è risvegliarsi in hangover senza guardarsi negli occhi, lasciare che l’inerzia ti faccia sopportare il disagio senza un valido motivo e riconoscere il proprio fallimento solo nel videoclip della vita degli altri, tarpando le ali alla vita felice che ci prospettavamo.

CREDITS:
Disco prodotto da Gli Scortesi e Valerio Cascone.
Registrato e mixato a Roma da Valerio Cascone presso ‘The Lab’.
Mastering a cura di Claudio Gruer presso ‘Pisi Mastering Studio’ di Roma.
Progettazione grafica / Artwork:
Videoclip: Andrea Biglione.
Promozione e distribuzione: Revubs e Worilla-Press&Promotion.

CONTATTI ARTISTA:
YouTube: https://www.youtube.com/channel/UC_O4YOC9GxDa4AZU7_XqWUw
FaceBook: https://www.facebook.com/gliscortesiband
Instagram: https://www.instagram.com/gliscortesi