Abbiamo Ascoltato e Recensito “Hobos And Gentlemen”, il nuovo album di Staggerman (AR Recordings 2018)

front1

Staggerman – al secolo Matteo Crema – torna con un nuovo ispiriatissimo album dal titolo Hobos And Gentlemen (autoprodotto e pubblicato da AR Recordings) affiancato dalla band che l’ha accompagnato dal vivo negli ultimi tempi (Lorenzo Colosio alla batteria, Salvatore Lentini al basso, Franco Bruna ai sintetizzatori, Marco Monopoli al pianoforte, alle tastiere e alla chitarra e Fabrizio Delvecchio ai fiati).

Songwriter dall’anima intimamente americana, con Hobos And Gentlemen Staggerman avvia un nuovo corso artistico che sa di novità fin dalla ragione sociale dell’album, intestato a “Staggerman And The Hobo’s Amen”.

Staggerman nasce nel 2009 come progetto solista di Matteo Crema (The Union Freego, My Uncle The Dog, Bogartz), frutto dell’esigenza di dare spazio alla propria musica attraverso un songwriting che preferisce la semplicità e la schiettezza alla spasmodica ricerca di nuove forme musicali.

Nasce così il primo album Tiny Tiny Tiny (2009), che ottiene incoraggianti recensioni e riconoscimenti, passaggi in diverse radio (tra cui Rai Radio1) e tv (il brano Sour Times viene utilizzato per un trailer Mediaset).

Nel 2012 esce il secondo album Don’t Be Afraid And Trust Me, mentre del 2018 è il terzo album, Hobos and Gentlemen, inciso assieme alla live band The Hobo’s Amen e pubblicato da AR Recordings.

A cavallo tra l’America di Wilco ed Eels e il blues delle origini, ma anche a bordo con Nick Cave e Neil Young sulle rive del Mississippi, il suono di Staggerman è intimo, riflessivo ma stratificato, intriso di riferimenti d’oltreoceano trapiantati sulle rive del lago d’Iseo per un country-blues suggestivo e ricco di armonie dettagliate e avvolgenti.

Un lavoro davvero ispirato e ben fatto.
La traccia che meglio riassume l’identità di questo disco secondo me è senza ombra di dubbio Rotten and Soaken, il brano meglio riuscito dell’intera opera e che dovrebbe indicare la via da seguire per le prossime pubblicazioni.

Il consiglio è comunque quello di ascoltare tutto d’un fiato l’intero album dall’inizio alla fine (senza saltare nulla e senza pause) per godere a pieno delle emozioni e dell’intensità che sicuramente vi saprà regalare.

Cristina Bucci

ASCOLTA IL DISCO SU SPOTIFY

CONTATTI
Sito ufficiale https://staggerman.wordpress.com/
Facebook https://www.facebook.com/staggermanhobosamen/

AR Recordings Press Office arrecords@outlook.it http://www.facebook.com/ARRecordingsOfficial Stefano Gallone +39 34905008

Annunci

Ho sempre apprezzato i dischi che si riescono ad ascoltare più volte, Intervista al cantautore Alessio Ivan

DSC_9122 01

Alessio Ivan è un cantautore della provincia di Varese che, dopo essere stato chitarrista ed autore di band giovanili e dopo una lunga assenza dal mondo della musica per dedicarsi alla professione di Consulente del lavoro, ha deciso di riprendere il cammino interrotto e registrare il suo primo disco. Col brano “Vienimi a salvare”, ha raggiunto la finale dell’edizione 2018 del Varigotti Festival – premio nazionale per la canzone d’autore emergente. L’album si intitola “Viola”Viola come il nome di sua figlia; viola come il colore di chi desidera piacere ed essere accettato; viola come l’unione del rosso, sinonimo di forza ed energia, e del blu, che richiama la calma e la malinconia. 

Ecco la nostra intervista:

1) Parlaci del tuo nuovo disco.
E’ un lavoro nato quasi per caso, inizialmente l’idea era solo quella di registrare qualche vecchio brano, poi invece ho scritto nuove canzoni ed il progetto ha preso forma. La prima parte del lavoro presenta sonorità elettroniche ed atmosfere un po’ cupe mentre, nella seconda parte, si passa a brani con arrangiamenti più rock ed acustici. Ho sempre apprezzato i dischi che si riescono ad ascoltare più volte dall’inizio alla fine, senza bypassare le canzoni inutili. Terminata una canzone, cercavo di cambiare un po’ le carte in tavola per il pezzo successivo in modo da non annoiarmi e non annoiare l’ascoltatore. Spero di esserci riuscito, io riesco ancora adesso ad ascoltarlo con piacere.

2) Come ti sei avvicinato alla musica?
Da bambino, andando ad un corso di chitarra e cantando le vecchie canzoni.

3) La musica può essere un lavoro vero nel 2017?
La musica può essere un lavoro vero. Il problema è fare in modo che lo sia la propria musica. Per quello ci vogliono i numeri. Non mi vedo a cantare la domenica ai matrimoni, forse non ne sarei nemmeno capace. Fare il cantautore è tutt’altro mestiere, forse più facile se hai la fortuna di avere un seguito.

4) Quali sono i tuoi progetti futuri?
Creare una band per suonare in giro le mie canzoni e, se ne avrò la forza, registrare un altro disco.

ASCOLTA L’ALBUM
Spotify – https://spoti.fi/2M9vyAv
iTunes – https://apple.co/2NZKj9q
Google – https://goo.gl/bzfeHd

Video:

“Una nuova idea”: https://youtu.be/IFz1sGVMDGU

“Vienimi a salvare”: https://youtu.be/vgt7edT6NuQ

“La perfezione”: https://youtu.be/FljAWSVCTS8

Abbiamo Ascoltato e RECENSITO “Viola”, l’album d’esordio di Alessio Ivan

DSC_9122 01
Passare da chitarrista a consulente del lavoro per poi diventare cantautore. È questa la storia di Alessio Ivan che nel 2018 pubblica il suo primo disco solista dalle atmosfere pop rock davvero efficaci. Il disco si intitola Viola, come il nome di sua figlia e come il colore di chi desidera piacere ed essere accettato; viola come l’unione del rosso, sinonimo di forza ed energia, e del blu, che richiama la calma e la malinconia. Le canzoni hanno delle melodie che restano subito impresse soprattutto in “Freddissima Anima” (grande ritornello!), “Vivo e muoio”, “Una nuova idea” e “Vienimi a salvare” che sono sicuramente quelle meglio riuscite. Quest’ultima (Vienimi a salvare), ha raggiunto la finale dell’edizione 2018 del Varigotti Festival – premio nazionale per la canzone d’autore emergente.

Tutto parte con la sola idea di registrare qualche vecchia canzone per poi ritrovare il gusto di rimettersi in gioco e scrivere nuovi brani. Ha dato il massimo per realizzare un lavoro che non cadesse nella tentazione di rincorrere i generi del momento e proponesse canzoni con arrangiamenti attuali ma non ripetitivi e possiamo asserire con certezza che il nostro Alessio Ivan ci è riuscito benissimo regalandoci un album davvero godibile con canzoni credibili e di ottima fattura.

Viola è un disco che inizia con rabbia e termina con serenità; contesta, quasi insulta, ma poi trova conforto nel gioco della vita quotidiana.

Chiara Mastice

ASCOLTA L’ALBUM
Spotify – https://spoti.fi/2M9vyAv
iTunes – https://apple.co/2NZKj9q
Google – https://goo.gl/bzfeHd

Video:
“Una nuova idea”: https://youtu.be/IFz1sGVMDGU
“Vienimi a salvare”: https://youtu.be/vgt7edT6NuQ
“La perfezione”: https://youtu.be/FljAWSVCTS8

Ascolta Viola, l’album d’esordio del cantautore Alessio Ivan

copertina

Alessio Ivan è un cantautore della provincia di Varese che, dopo essere stato chitarrista ed autore di band giovanili e dopo una lunga assenza dal mondo della musica per dedicarsi alla professione di Consulente del lavoro, ha deciso di riprendere il cammino interrotto e registrare il suo primo disco. Col brano “Vienimi a salvare”, ha raggiunto la finale dell’edizione 2018 del Varigotti Festival – premio nazionale per la canzone d’autore emergente. L’album si intitola “Viola”Viola come il nome di sua figlia; viola come il colore di chi desidera piacere ed essere accettato; viola come l’unione del rosso, sinonimo di forza ed energia, e del blu, che richiama la calma e la malinconia.

ASCOLTA L’ALBUM
Spotify – https://spoti.fi/2M9vyAv
iTunes – https://apple.co/2NZKj9q
Google – https://goo.gl/bzfeHd

Video:

“Una nuova idea”: https://youtu.be/IFz1sGVMDGU

“Vienimi a salvare”: https://youtu.be/vgt7edT6NuQ

“La perfezione”: https://youtu.be/FljAWSVCTS8

Il Pierrot ed il Joker del primo piano della copertina richiamano questi due aspetti della sua personalità che si ritrovano anche nelle atmosfere del disco. Iniziando questo percorso artistico in punta di piedi, prima con la sola idea di registrare qualche vecchia canzone, ha poi ritrovato il gusto di rimettersi in gioco e scrivere nuovi brani. Ha dato il massimo per realizzare un lavoro che non cadesse nella tentazione di rincorrere i generi del momento e proponesse canzoni con arrangiamenti attuali ma non ripetitivi. La prima parte del lavoro presenta sonorità elettroniche ed atmosfere un po’ cupe mentre, nella seconda parte, si passa a brani con arrangiamenti più rock ed acustici. I testi spaziano dalla rabbia nei confronti di chi infierisce sui più deboli, alle difficoltà dei rapporti di coppia, dalla descrizione delle proprie inquietudini, allo sguardo positivo verso il futuro, dall’apprezzamento di ciò che ci circonda al riconoscimento del proprio talento. Viola è un disco che inizia con rabbia e termina con serenità; contesta, quasi insulta, ma poi trova conforto nel gioco della vita quotidiana.

Tracklist:
Connettiti con le realtà
Freddissima anima
Vivo e muoio
Questi miei limiti
Una nuova idea
Vienimi a salvare
La perfezione
La mia creatività
In questi giorni nella mente

Crediti:
Testi e musica: Alessio Ivan La Delia
Arrangiamenti: Christian Pinchi / Alessio Ivan La Delia
Voce: Alessio Ivan La Delia
Chitarre: Christian Pinchi
Basso: Steve Ferrovecchio
Batteria: Guido Lazzaroni / Matteo Tommasini
Tastiere e Piano: Emmanuele Dicembrino
Violino: Laura Tenti

Registrato e mixato c/o Made in music di Rescaldina – www.madeinmusic.it

Contatti:
www.facebook.com/alessioivanld/

www.alessioivan.com

https://soundcloud.com/user-217412254