“Freddissima Anima” è il nuovo videoclip del cantautore Alessio Ivan

DSC_9122 01

“Quando chi ti ha amato e accompagnato per un tratto di vita si allontana diventando quasi un’estranea, dopo l’incredulità si fa strada un senso di solitudine e rabbia difficili da sopportare.”

E’ questo il tema di Freddissima Anima, quarto video del cantautore di Varese, uscito in anteprima esclusiva su Distopic ed estratto dall’album Viola, uscito lo scorso anno.

Il videoclip è stato realizzato con lo smartphone da Alessio Ivan e da alcuni amici che hanno risposto all’invito che il cantautore ha lanciato su Facebook.

Un’idea di videoclip collettivo, un aiuto da parte dei sostenitori che si è concretizzato nell’invio di materiale video che, con un montaggio artistico – in questo caso di Roberto Contini – diventa prezioso per poter promuovere la propria musica.

“I luoghi visti con gli occhi del protagonista diventano la scena della disperazione di chi vaga in stato confusionale per la città, in campagna e in luoghi lontani, raggiunti per tentare di dimenticare. Lo smarrimento si alterna alla voglia di reagire che si manifesta nella terapeutica stanza della rabbia dove bottiglie e lamiere sono a disposizione per sfogare la collera e cercare di rinascere. Un brano romantico ed arrabbiato, un video che scorre velocemente”

Alessio Ivan è un cantautore della provincia di Varese che, dopo essere stato chitarrista ed autore di band giovanili e dopo una lunga assenza dal mondo della musica per dedicarsi alla professione di Consulente del lavoro, ha deciso di riprendere il cammino interrotto e registrare il suo primo disco.

Col brano “Vienimi a salvare”, ha raggiunto la finale dell’edizione 2018 del Varigotti Festival – premio nazionale per la canzone d’autore emergente.

L’album si intitola “Viola”Viola come il nome di sua figlia; viola come il colore di chi desidera piacere ed essere accettato; viola come l’unione del rosso, sinonimo di forza ed energia, e del blu, che richiama la calma e la malinconia.

ASCOLTA L’ALBUM
Spotify – https://spoti.fi/2M9vyAv
iTunes – https://apple.co/2NZKj9q
Google – https://goo.gl/bzfeHd

Annunci

[Recensione] Michele Briganti – Un accendino blu (MB Musical Recording)

Copertina digitale
“Un Accendino Blu”
è l’album di esordio del Cantautore Toscano “Michele Briganti” disponibile al download già dall’1 Febbraio di quest’anno. L’album è stato prodotto e realizzato in completa autonomia dall’autore, sia nella composizione di musiche, testi ed arrangiamenti, sia nelle fasi di registrazione, Mixing e Mastering, L’album si rifà principalmente alla “scuola classica” del cantautorato italiano, presentando costruzioni musicali, tipiche della “folk song” e della “ballad acustica”, integrate con innesti ed arrangiamenti più tipici del Pop nostrano che mirano a creare un prodotto più “attuale” senza comunque snaturare la ricerca di una sonorità di natura “intimista”.

Il disco, completamente realizzato in Home Studio, propone frammenti di vita passata basandosi principalmente sul tema del ricordo e delle storie d’amore ed andando volutamente a delineare un atmosfera, molto tipica dello stile cantautorale, leggermente malinconica ed introspettiva.
Il brano più interessante e che riassume lo stile di
Briganti è sicuramente Flashback, che ricorda a tratti il De Andrè di Amico Fragile. Molto bella anche la successiva Ormai e quella ancora dopo, Satus Quo, in cui il cantautore Toscano ricorda molto Max Gazzè. Insomma le basi ci sono tutte e speriamo che Michele Briganti non si fermi qui ma vada avanti con lo studio e la scrittura di canzoni importanti di cui la musica italiana ha tanto bisogno.
Orazio Bove

ASCOLTA/SCARICA UN ACCENDINO BLU
Spotify:: https://spoti.fi/2VwnjTi
Youtube::
https://bit.ly/2GTt7Tz
Deezer:
https://bit.ly/2UhKAYO
Amazon::
https://amzn.to/2tNenNw
iTunes:
https://apple.co/2HhAOm7

Un album oltre le aspettative! INTERVISTA a Michele Briganti Cantautore

IMG-20190204-WA0008

“Un Accendino Blu” è l’album di esordio del Cantautore Toscano “Michele Briganti” disponibile al download già dall’1 Febbraio di quest’anno. L’album è stato prodotto e realizzato in completa autonomia dall’autore, sia nella composizione di musiche, testi ed arrangiamenti, sia nelle fasi di registrazione, Mixing e Mastering. Abbiamo fatto quattro chiacchiere con Michele per conoscerlo un po’ meglio.

Come ti sei avvicinato alla Musica?
La musica è sempre stata presente in casa mia… mio padre è un appassionato chitarrista e negli anni ’60, come molti ai tempi, suonava in un “complesso”… Se ripenso alla mia infanzia è difficile non legare qualche ricordo a quello di mio padre con la chitarra in mano e chiaramente in casa gli strumenti sono sempre esistiti… non so neanche di preciso come e quando ho iniziato a suonare… lo ho praticamente sempre fatto anche se la svolta è arrivata intorno ai 12 anni quando ho fatto le mie “prime conoscenze musicali” ed ho iniziato ad ascoltare (e suonare) cose diverse da quello che veniva proposto in casa… ai tempi suonavo l’organo elettrico ed ho capito che la chitarra “la si poteva portare in giro” e la ho scelta come strumento principale… in realtà però non ho mai approfondito veramente lo studio di nessuno strumento e questo, ancora a distanza di anni, mi dispiace un po’…


A Febbraio è uscito il tuo primo album, come sta andando?
Sicuramente oltre le aspettative… ho fatto uscire un Album senza alcuna velleità di fama o successo… semplicemente sentivo la necessità, dopo quasi 30 anni di musica, di fare qualcosa “di mio” e così, quasi per gioco, mi sono messo a scrivere canzoni… sempre per gioco ho pubblicato un album che inizialmente pensavo di far ascoltare a soli pochi amici… capirai che, sebbene i numeri siano per il mercato musicale quasi inesistenti, scoprire di aver avuto diverse migliaia di ascolti streaming e vedere il mio nome circolare su internet e sui social fa uno strano effetto ed è molto gratificante… Ho notato inoltre una facilitazione nel proporsi, anche in live, con più facilità avendo alle spalle un album ed in questo periodo ho sviluppato alcuni contatti e collaborazioni stimolanti…


Un accendino blu, perché questo titolo?
È un estratto dal testo della canzone “Quello Che Mi Hai Dato”, contenuta nell’Album… Qualche anno fa mi era stato regalato un accendino… Blu,… non ha mai funzionato…
Ricordo che una volta ero in macchina in viaggio per lavoro verso Roma ed avevo con me le sigarette ma non da accendere… avevo soltanto quell’accendino che non funzionava…
Mi sono sentito “schiavo” di qualcosa che “non funzionava più”… una cosa inservibile che ha in realtà poi svelato la sua utilità dal momento che mi è servito proprio per “non fumare” e decidere poi di smettere di farlo…
Nello specifico la canzone in questione parla degli “strascichi” di una storia d’amore finita, quando si riflette su quello che è rimasto ed in qualche modo si resta “schiavi” di qualcosa che non c’è più anche se in realtà questa neanche aveva mai funzionato… collegare la storia di “… Un Accendino Blu Che Non Funziona Più…”, proprio come la storia che racconto nel brano, mi sembrava immagine che potesse dare idea di come talvolta, anche la fine di un amore, possa lasciare elementi positivi anche se sul momento non sempre si riesce a coglierli…
La canzone mi piace particolarmente ed “Un Accendino Blu” mi sembrava un titolo “evocativo” che potesse suscitare la giusta curiosità nei confronti dell’album…


Lo hai registrato tutto da solo?
Si… questo album è stato una “sfida nella sfida”… non solo non avevo mai composto prima ma mi sono occupato direttamente di tutte le fasi dalla registrazione, al mixing ed al mastering, registrando in prima persona quasi la totalità delle tracce e degli strumenti…
Avevo iniziato a creare un Home Studio nella mia cantina con lo scopo di registrare i brani, arrangiarli ed avere delle demo da poter successivamente registrare in studio in modo professionale… man mano che procedevo mi sono poi appassionato alla fase della “produzione” ed ho deciso di continuare investendo semplicemente “su me stesso” portando avanti un progetto in completa autonomia e facendo una buona esperienza nell’Home Recording…

Ci sarà anche un tour?
Sto lavorando per portare i miei brani in giro e propormi live in vari contesti…
Finiti gli eventi di presentazione partirò con alcune date “fuori provincia” cercando di portare la mia musica in tutte le province della Toscana ed approfittando del periodo estivo per toccare le principali località turistiche della costa.
La prima data del tour sarà alla fine di maggio… devo ancora definire alcune cose ma in tutto ci saranno circa 20 date nel periodo tra maggio e settembre…
Seguendomi sulle mie pagine social potrete avere informazioni più precise ed aggiornate…

ASCOLTA/SCARICA UN ACCENDINO BLU
Spotify:: https://spoti.fi/2VwnjTi
Youtube:: https://bit.ly/2GTt7Tz
Deezer: https://bit.ly/2UhKAYO
Amazon:: https://amzn.to/2tNenNw
iTunes: https://apple.co/2HhAOm7

CONTATTI
Facebook: https://www.facebook.com/pg/Michele-Briganti-Cantautore
SoundCloud: https://soundcloud.com/michelebriganticantautore

Sito Internet: https://sites.google.com/view/michelebriganticantautore

BandCamp: https://michelebriganti.bandcamp.com/

Distribuzione Digitale: https://sites.google.com/view/michelebriganticantautore/la-mia-musica/un-accendino-blu-acquisto

 

Il cantautore Michele Briganti presenta l’album “Un Accendino Blu”

“Un Accendino Blu” è l’album di esordio del Cantautore Toscano “Michele Briganti” disponibile al download già dall’1 Febbraio di quest’anno. L’album è stato prodotto e realizzato in completa autonomia dall’autore, sia nella composizione di musiche, testi ed arrangiamenti, sia nelle fasi di registrazione, Mixing e Mastering,

L’album si rifà principalmente alla “scuola classica” del cantautorato italiano, presentando costruzioni musicali, tipiche della “folk song” e della “ballad acustica”, integrate con innesti ed arrangiamenti più tipici del Pop nostrano che mirano a creare un prodotto più “attuale” senza comunque snaturare la ricerca di una sonorità di natura “intimista”.

Il disco, completamente realizzato in Home Studio, propone frammenti di vita passata basandosi principalmente sul tema del ricordo e delle storie d’amore ed andando volutamente a delineare un atmosfera, molto tipica dello stile cantautorale, leggermente malinconica ed introspettiva.

ASCOLTA/SCARICA UN ACCENDINO BLU
Spotify:: https://spoti.fi/2VwnjTi
Youtube:: https://bit.ly/2GTt7Tz
Deezer: https://bit.ly/2UhKAYO
Amazon:: https://amzn.to/2tNenNw
iTunes: https://apple.co/2HhAOm7

Produzione e Realizzazione: MB Musical Recording by Michele Briganti
Registrato in Home Studio tra giugno 2016 ed ottobre 2018
Distribuzione Diretta in forma privata
Musiche ed Arrangiamenti: Michele Briganti
Testi: Michele Briganti (Il testo del brano «Va Bene Così» è stato scritto insieme a Marco Mura)

Esecuzioni: Michele Briganti: Chitarre Acustiche ed Elettriche, Basso Acustico ed Elettrico, Guitar Synt, Armonica a Bocca, Cajon e Percussioni, Batterie, Tastiere, Synt, Voce e Cori Leonardo Bianchi: Batterie nei brani «Status Quo», «Quello Che Mi Hai Dato», «Va Bene Così», «Signor Dottore»

Mixing e Mastering: Michele Briganti, Enrico Giusti
Progetto e Realizzazione Grafica: Michele Briganti
Foto di copertina: Enrico Giusti

CONTATTI
Facebook: https://www.facebook.com/pg/Michele-Briganti-Cantautore
SoundCloud: https://soundcloud.com/michelebriganticantautore

Sito Internet: https://sites.google.com/view/michelebriganticantautore

BandCamp: https://michelebriganti.bandcamp.com/

Distribuzione Digitale: https://sites.google.com/view/michelebriganticantautore/la-mia-musica/un-accendino-blu-acquisto