Intervista: Vanina Vincent parla del nuovo singolo Unimondi

  1. Siamo su Ascoltalamusica. Cosa deve aspettarsi un ascoltatore che si avvicina per la prima volta alla tua musica?

Dedicatevi un momento di tempo,  se volete chiudete gli occhi e date play..ascoltate..sentite..se arriva un’ emozione, una sensazione, un sentimento allora fatela vostra e non perdetela di vista!..

Avete connesso con il senso profondo che la mia musica trasporta……

Ma consiglio: non aspettatevi niente dalla musica! 

Credo che l’approccio più interessante verso la nuova musica sia ascoltarla senza aspettative e sentirne l’effetto su di sé.

Le parole sarebbero di troppo, 

la musica, per me, va ascoltata (con qualità di riproduzione!).

Se volete, provate ad ascoltarmi qui: https://vaninavincent.bandcamp.com/

  1. Se dovessi scegliere un genere con cui identificarti quale sceglieresti?

Musica di autrice moderna e creativa 🙂

Moderna perchè frutto della multiculturalità alla quale appartengo: sono nata a Buenos Aires, cresciuta in Toscana, ho vissuto a Siviglia e a Berlino. 

Creativa perchè ingloba una fusione di stili musicali e ritmiche diverse cercando sempre e comunque la semplicità attraverso un suono quasi ipnotico, mantrico, con l’intento di trasportare l’ascoltatore in un’apertura verso i propri mondi interni. 

  1. Il tuo singolo fa parte di un progetto di pubblicazioni molto interessante. Parlaci di come è venuta sù questa tua idea.

Il mio ultimo singolo Unimondi uscito il 3 Agosto 2020 fa parte della mia ultima proposta musicale che prevede di lanciare un singolo inedito tutti i mesi il giorno della luna piena. Ho iniziato ad Aprile 2020 e condividerò, in tutte le piattaforme online di streaming e download, un totale di 8 brani inediti fino alla luna piena del 31 Ottobre 2020. La scelta è legata ad una visione personale sull’importanza di sentirmi parte di un tutto ciclico e mutevole nel quale la luna brilla del suo significato di regina dei cicli, della femminilità, dell’interdipendenza, delle forze naturali. E’ un mio modo di omaggiare questo evento cosi superficialmente dimenticato. 

(nota: chi volesse ricevere i prossimi brani il giorno di luna piena può iscriversi qui: http://eepurl.com/gvL5sf)

  1. Tornando sull’argomento dell’ascolto. Quali sono le composizioni musicali alle quali ti ispiri per comporre la tua musica?

Credo che tutta la musica che ho ascoltato nella mia vita e che ascolto influenzi in maniera indiretta ma consistente all’ora di fare una canzone.  

Quando compongo cerco di liberarmi e creare senza forzare uno stile ma sicuramente ho tante influenze dalla musica che ascolto tipo Agnes Obel, Cocorosie, Alice Phoebe Lou, Fèmina, Paloma del Cerro, Mercedes Sosa, Spinetta, musica classica  e strumentale, e anche un po’ di flamenco e tango.

  1. Siamo in un momento storico nel quale l’ascolto “liquido” ha vinto sull’ascolto “fisico”, infatti gli stream contano molto più delle copie vendute. Cosa pensi riguardo questa rivoluzione tecnologica che ormai da diversi anni ha travolto tutti gli attori della filiera musicale?

Questo cambio riflette il cambiamento che sta vivendo il mondo.  Purtroppo abbiamo troppa musica e troppo poco tempo per sentirla con la dovuta attenzione. 

Tutto sta diventando sempre più effimero, veloce, intangibile, lontano. Nella musica si perde qualità, profondità, consistenza. Ma penso che finchè ci sarà chi vede e sente la musica come uno strumento di infinita potenzialità umana e finchè si continui a creare ed ascoltare con questa chiave il vero senso non verrà traviato neanche dalla non fisicità delle opere. Per me la musica ha un valore nobile di elevazione dell’animo che dovrebbe prevalere, come importanza, rispetto al discorso della distribuzione. Tralascio commentare il fattore economico che, purtroppo, ha relegato le arti in un sistema dove il capitale ha più valore della creatività.

  1. Un altro avvento che sicuramente ha radicalmente cambiato il modo di fare e di comunicare la musica è stata la nascita dei social media. Difatti per molte band emergenti non conta più quanto si suona live ma quante views o streams si fanno online. Cosa pensi riguardo questo ulteriore cambio di paradigma che ha relegato la musica dietro uno schermo?

Tutto è mutevole.

Penso che i creativi devono avvalersi della tecnologia a proprio vantaggio e reinventarsi in nuove chiavi di comunicazione. Non vorrei dilungarmi sui pro e contro ma citare questo approccio come valido se ben equilibrato fra l’immagine digitale che l’artista propone di sé e la consistenza reale del suo percorso musicale intesa come qualità, impegno ed ispirazione. 

In realtà vedo ben più allarmante che siano le persone stesse ad essere state relegate dietro ad uno schermo dimenticandosi di alzare lo sguardo e guardare il cielo…

“Oh guarda.. la luna fra un po’ è di nuovo piena !!”

www.vaninavincent.com

Le mie prossime uscite musicali lunari saranno :

per la luna piena del 2 Settembre con il brano DESIERTO 

un brano con ritmiche folkloriche latine che narra la storia di due amanti persi nel deserto che ritrovano se stessi e sbocciano in un amore puro ed eterno. La copertina è opera dell’artista spagnola Ana Jaren (www.anajaren.com), bravissima illustratrice che ha collaborato con me insieme ad altri 7 artisti per creare le copertine dei singoli. 

Per la luna piena del  1 Ottobre esce VERA un brano che propongo in versione voce e chitarra a puro stile cantautoriale e che parla della natura gioiosa e amabile dell’animo femminile se ben equilibrato e libero di esprimersi. La copertina è opera di Alice Cappellari (IG: alice.cappellari), artista toscana che è anche una cara amica e che ha plasmato il brano con un disegno ad acquerelli bellissimo. 

E per ultimo, nella seconda luna piena del mese esce il 31 Ottobre EL CUADRO che chiude il progetto. E’ un brano voce e pianoforte molto importante per me poiché è un brano di addio dedicato a mio nonno, partito due anni fa. Ha una carica emotiva così grande che ogni volta che registravo la voce piangevo, lasciando così scorrere via la tristezza di questo addio. Il testo è parte in italiano e parte in spagnolo e il disegno della copertina è opera dell’artista lithuana Viktorija Skafaru (www.vskafaru.com). 

 A Novembre farò una raccolta di tutti i singoli e uscirò con FULLPOWER to BLOOM che includerà quindi tutti gli 8 brani, una Bonus Track ed alcune collaborazioni speciali. 

(NOTA: Chi volesse ricevere le traduzioni dei miei testi dallo spagnolo all’italiano per approcciare la lingua, per curiosità, per divulgazione o per qualunque altro motivo può scrivermi e li manderò con piacere. music@vaninavincent.com)

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...