Chiamatemi un Dottore è il Nuovo Videoclip de L’INVIDIA

Si descrive un malessere fisico in modo alquanto ironico ma che si dimostra e trasforma in un malessere sociale in un paese che fa fatica a decollare. Chiamatemi un Dottore è il nuovo videoclip de L’INVIDIA

GUARDA IL VIDEO
https://youtu.be/Vpc7owyrJ_U


Prod. Audio Antonio Dafe – Claudio Gambilongo Auletta –
Romano Michelacci Presso Multiversi Studio
Video Studio nubes http://www.studionubes.com /
Regia: Elio Nubes De Filippo
Fotografia: Jessica Squillante

IL SINGOLO SU SPOTIFY:
https://spoti.fi/36cgwq7

BIOGRAFIA
L’Invidia è un progetto che nasce dall’esigenza di Vittorio Mascolo, bassista e cantante dei Jack&Jin, di dar forma ai suoi pensieri e riflessioni sulle cose che lo circondano, sulla vita e sui contesti che affronta costantemente. Forte di un background artistico in continua crescita grazie al successo locale del gruppo di cui è front-man, Vittorio si propone inizialmente nelle vesti del cantautore incazzato, dapprima tra le strade del suo paese nel salernitano, poi in giro per l’underground locale. Chitarra acustica, cassa battente e qualche tocco al pianoforte sono gli ingredienti di un Folk-Blues semplice e diretto, veicolo perfetto per la rabbia e la potenza espressa dal suo particolare timbro vocale . I testi inediti, tutti in Italiano, nascono da malesseri sociali, espliciti e velati da un cinico sarcasmo, senza mezze misure. C’è critica, ma non falso intellettualismo. È forte il richiamo al cantautorato rivoluzionario di Rino Gaetano. Dopo qualche anno al progetto si aggiungono Antonio Di Filippo al sax che rafforza la componente melodica delle composizioni, e Giovanni Caiazza, maestro di percussioni, musicista classico con un forte bagaglio Popular. Dopo la partenza per studi in olanda del sassofonista ,Vittorio decide di dare un’altra impronta al progetto e quindi si aggiungono Lorenzo Fiume alle chitarre elettriche e Gino de Filippo al basso. Il sound si rafforza notevolmente, dal folk blues acustico si passa al blues rock e i pezzi prendono tutta un’altra forma. Dopo alcune serate ed un’intesa forte si decide di entrare in studio.

CONTATTI:
https://www.facebook.com/Linvidiaproject/
https://www.instagram.com/l_invidia_official/?igshid=3et17mi35k8k
https://soundcloud.com/user-767495560
https://linvidia.bandcamp.com/releases

Pubblicità

Il nuovo, sensibile singolo di Fanelly, « che farà la differenza », scritto dopo gli attentati di Parigi

Parigi, 20 Novembre 2020

A un anno dall’uscita di Superhero, monologo introspettivo di un supereroe in cerca di se stesso, esce oggi, su tutte le piattaforme digitali, It’s gonna make a little differenceil singolo della cantautrice tarantina, e parigina di adozione Fanelly, preannunciando il suo primo album METRO STORIES, che uscirà a Marzo 2021. 

Il brano, scritto in seguito agli attentati di Parigi nel 2015, evoca, attraverso un elegante registro folk-jazz, l’atmosfera di smarrimento che regnava nella capitale francese in quel periodo. Il mantra It’s gonna make a little difference, suggerisce come degli avvenimenti di questa portata « facciano una piccola differenza » e cambino per sempre il nostro quotidiano, rendendoci più vulnerabili, ma anche più forti. 

Con il suo fraseggio breve ed efficace e la sua melodia accattivante, Fanelly fa pervenire con lucidità e delicatezza dei messaggi forti e carichi di emozione : « accade che le città perdano il loro ritmo »… «che le ambizioni terrene si dimentichino »… « ringrazio se quel giorno non mi trovavo a passare di li»…recita il testo in inglese, facendo anche da eco all’attualità di questi giorni. 

It’s gonna make a little difference é stato registrato tra Francia e Italia (presso lo Studio Gaudio a Taranto e lo studio Sweet Basement à Pantin), e vede la partecipazione di talentuosi musicisti della nuova scena jazz parigina e pugliese : la contrabbassista Sélène Saint-Aimé, il chitarrista Matthieu Barjolin, il batterista di Ceglie Messapica Davide Chiarelli alla batteria ed il Tarantino Andrea Cianca alla chitarra solo.  

Un titolo elegante, intenso ed armonioso, che lascia ben sperare per l’avvenire di quest’ artista  che mostra già la sua singolarità nel panorama di un cantautorato senza frontiere. 

Disponibile da oggi su tutte le piattaforme di streaming (Spotify, Apple MusicYoutube etc). 

A proposito di Fanelly

Anna Fanelli (in arte Fanelly) é una cantautrice esordiente tarantina che vive a Parigi. Il suo universo musicale, originale e sensibile, si colora di influenze folk, pop, jazz, world, e del cantautorato italiano. 

La sua storia atipica é all’origine della sua ispirazione. Nata in Puglia, a Taranto, città di sole, mare, e di contrasti, comincerà a studiare musica e a comporre le sue canzoni solo in età adulta,ed in seguito ad un concerto a Parigi, città dove si trasferisce per lavoro, dopo la laurea in economia. Fanelly definirà il suo processo creativo come « urgente » ed “indispensabile”. 

Si circonda rapidamente di talentuosi musicisti che, colpiti dal suo universo musicale, collaborano con lei alla realizzazione del suo album, METRO STORIES, previsto per Marzo 2021

Contact:  www.fanellymusic.com Instagram: fanellymusic Facebook : fanellymusic

Ascolta « It’s gonna make a little difference »

Youtube: https://youtu.be/h_9xI1XbjWY

Spotify: http://open.spotify.com/track/0VYpaPMSWD8oatO7oo9QkH

Apple Music: http://itunes.apple.com/album/id/1533512690

Bandcamp: https://fanelly.bandcamp.com/track/its-gonna-make-a-little-difference

Leggi il testo di It’s gonna make a little difference:

It happens that, we’ve not the same heroes

It happens that, tears are mysteries for us

 It happens that, cities lose their rhythm

And then it makes a little difference 

To our little existence

And no physical resistance 

 It’s gonna make a little difference 

Happiness has another taste 

I understand that life has to go on 

Promises, wishes tears and pride of…

Soon forget the earth’s ambitions 

Daily thoughts then seem so far 

Now I am lost but just being grateful 

To be safe at the other side…

It’s gonna make a little difference

To our  little existence

And no physical resistance

It’s gonna make a little difference

Do or die

Don’t provoke me

Born to die 

Take me all my freedom 

Do or die…..

It happens that we’ve not the same heroes 

You’re not my hero….you’re not my hero….

Ascolta le precedenti uscite di Fanelly : 

Superhero https://www.youtube.com/watch?v=szi_yFDmAik

Smooth Operator : https://www.youtube.com/watch?v=_tJ3fN4ZW-c

Simplicity è il nuovo singolo dei Quaalude: dopo My Advice, ecco il secondo singolo estratto dal nuovo disco Under My Hat in uscita l’11 dicembre.

Simplicity è il nuovo singolo dei Quaalude, a pochi mesi di distanza dall’ottimo riscontro del precedente My Advice.

Il brano nasce da sonorità leggere, da atmosfere sognanti ed arpeggi di chitarra tipicamente brit, strofa cantilenante con leggeri sfoghi di chitarra, un ritornello ricco di sonorità travolgenti ed una cassa in quattro a dare un andamento quasi dance al brano: elementi distintivi del sound della band milanese.

La malinconia delle sonorità di lega perfettamente aI testo che racconta la triste esperienza di doversi separare da una persona cara: la ballad esprime infatti la sensazione di sentirsi diversi, di non riuscire ad accontentarsi e nel cercare, costruire e mantenere rapporti profondi e leali.

“Racconta l’esperienza di doversi separare da una persona cara perché si desiderano cose differenti. Molto spesso accade di volersi bene, a tal punto da dover accettare che non si condividono gli stessi obiettivi ed è giusto continuare ognuno per la propria strada, senza costringere l’altro a rinunciare al proprio destino. Simplicity racconta quindi di amicizie e amori veri, del rispetto di sé e dell’altro, dell’onestà verso se stessi e verso chi amiamo” affermano Noemi, Cece, Erik, Federico e Marco, membri dei Quaalude.

Simplicity è un brano scritto da Noemi Terruzzi e composto da Federico Michele Merli, Federico Cesaro e Erik Benedettini, registrato presso l’S8recording di Roberto Gallo Salsotto (Senago, MI), masterizzato presso l’ER Mixing di Varsavia (Polonia) da Romano Erafficci con video ed artwork prodotto da Josemperzv per dbStudio (Venezuela).

Il singolo è disponibile sulle principali piattaforme di streaming e download online, con video disponibile sul canale YouTube ufficiale dei Quaalude ed anticipa l’uscita del nuovo disco Under My Hat, in uscita il prossimo 11 dicembre. 

Quaalude – Biografia Band

I Quaalude sono una band pop rock fondata a Milano nel 2014.

Noemi (voce), Federico (chitarra), Erik (chitarra), Cece (basso) e Marco (batteria) condividono la passione per le rock band made in UK (tra gli altri The Cranberries, U2 e Oasis) che, combinata con l’amore per il pop e il rock più attuale, porta i Quaalude a forgiare un’identità musicale distinta e caratterizzata da atmosfere brit.

“Facciamo musica perché, da musicisti ed appassionati, vogliamo condividere le  nostre emozioni attraverso ciò che suoniamo, lasciando qualcosa di noi in chi ci ascolta, evocando le sensazioni che proviamo attraverso le canzoni. Suoniamo insieme da tanti anni e ci impegnano sempre ad alzare qualità e professionalità della nostra musica e dei nostri contenuti per sempre più unica l’esperienza del pubblico che ci scopre e ci segue” – Quaalude.

Nel 2015 debuttano pubblicando l’EP “My Place on Earth”, seguito dal singolo estratto “Hello Darling” (2016). Nel 2017 tornano con il singolo “You Lift Me Up”, che segna un ulteriore passo avanti dal punto di vista creativo, musicale e produttivo della band, trend che continua con l’uscita del singolo “The First Time (For a Thousand Times)” nel novembre 2018 e dalla vittoria della I edizione del Plug ‘n’ Play (contest musicale a cura dell’ufficio stampa 0371 Music Press) nel 2020.

Nel dicembre 2020 tornano con il disco “Under My Hat”, anticipato nei mesi precedenti dai singoli “My Advice” e “Simplicity”.

LINK ARTISTA:

Spotify: https://bit.ly/QuaaludeSpoty
Facebook: https://www.facebook.com/quaaludeband/
Instagram: https://www.instagram.com/quaalude_official
Youtube: https://bit.ly/QuaaludeYT 

Credits & Testo

Testo di Noemi Terruzzi.
Musiche di Federico Michele Merli, Federico Cesaro ed Erik Benedettini.
Registrata e mixata da Roberto Gallo Salsotto presso l’S8recording di Senago (MI).
Masterizzata presso l’ER Mixing di Varsavia (Polonia) da Romano Erafficci
Video ed artwork prodotto da Josemperzv – dbStudio (Venezuela).

Dieuf Dieul è il nuovo singolo della band I-Science: un inno ritmato alla fiducia in se stessi che accompagna un’iniziativa ecologica a favore delle spiagge senegalesi.

La band multietnica I-Science torna con il nuovo singolo Dieuf Dieul, un brano evolutivo in Wolof (una delle lingue del Senegal) e inglese, composto fondendo ritmi moderni con fraseggi più tipicamente senegalesi. Il titolo significa «Si raccoglie ciò che si semina» e parla dell’importanza di avere fiducia in se, degli sforzi da fare per ottenere ciò che si desidera dalla vita e del lavoro di squadra che permette di concretizzare i propri sogni.

Il brano accompagna inoltre un’iniziativa ecologica che ha l’obiettivo di sensibilizzare sul problema della privatizzazione del litorale di Dakar ed in Senegal in generale. In uscita con la canzone c’è il videoclip che vuole rappresentare visivamente questa denuncia: attraverso la musica infatti i membri di I-Science “danno un calcio” metaforicamente e fisicamente ai divieti e ai cartelli che indicano la spiaggia come proprietà privata, suonando ed organizzando un concerto proprio lì. 

Il messaggio è chiaro: avendo fiducia in sé e con l’aiuto delle persone giuste e fidate di possono compiere grandi cose e realizzare sogni. 

Questo clip, così come il brano, sono stati creati per tutte le persone che ogni giorno lavorano sodo – e in particolar modo i piccoli lavoratori informali del Senegal – mantenendo sempre il loro sogno nel cassetto, con la speranza che un giorno, grazie agli sforzi dati, quest’ultimo si realizzi. Mostriamo infatti i diversi membri del gruppo che fanno lavori umili, tipici della società del nostro bel Senegal, ma che a un certo punto, sognando, si trasformano in ciò che vorrebbero realmente essere.”

Filmato con l’aiuto e il sostegno di tutto il quartiere di Ouakam, il videoclip ha coinvolto tante persone che hanno “prestato” i loro luoghi di lavoro affinché la band potesse rappresentarli allo schermo. Realizzato da Mao Sidibe nel mercato di Ouakam e alla spiaggia delle Mamelles (a rischio di privatizzazione) con la partecipazione di tutti i membri del gruppo e i fans della band. 

Il brano è disponibile su tutte le piattaforme di streaming accompagnato dal videoclip sul canale YouTube della band a partire dal 14 novembre. 

BIOGRAFIA ARTISTA – I SCIENCE

I-Science è un gruppo fusion residente in Senegal, ma che rappresenta diversi paesi: Senegal, Italia, Egitto, Gabon, Togo, Spagna, Francia. 

Suonano composizioni originali mescolando New Soul, Afro-beat, Rock e Jazz con ritmi tradizionali come il Sabar, influenzati da artisti come Wasis Diop, Erykah Badu, Xalam 2, Baba Maal tra gli altri.

Con la loro musica partono in un viaggio da pirati insieme al pubblico nel mondo dei sogni e dell’inconscio, alla ricerca del tesoro più grande: il bambino che si nasconde all’interno di ognuno di noi, sfruttando ritmi potenti, melodie toccanti, performance teatrali e interazione partecipativa.

L’obiettivo del progetto è fare in modo che ognuno torni a casa con le stelle negli occhi e ed un’espressione nella testa e nel cuore: ndeye san (termine Wolof per designare ciò che emoziona e che tocca il cuore).

Sito: www.isciencemusic.com 

Facebook: https://web.facebook.com/I.Science.Music/

Instagram: https://www.instagram.com/isciencemusicofficial/

Youtube: https://www.youtube.com/user/IScienceMusic

RANISS: “SOLITUDINE” è il nuovo singolo della band alternative/rock toscana

Si intitola “SOLITUDINE” il nuovo singolo della band alternative/rock toscana RANISS ed è uscito lo scorso lunedì. 

Il brano, che anticipa l’uscita del nuovo album, è disponibile in digital download e su tutte le piattaforme streaming.

A tre anni dalla pubblicazione dell’ultimo singolo estratto dal fortunato album “A due passi dalla fine”, la band grossetana torna con un nuovo brano estratto dal nuovo disco prossimo all’uscita.

Solitudine, registrato e mixato presso il Side b Studio, è un brano libero da dogmi o influenze che rispecchia pienamente la visione che la band ha di questo momento storico così particolare. Un periodo introspettivo, di analisi interiore.

La solitudine, infatti, in questo brano, viene vista, sì, come momento sofferto in conseguenza di una totale mancanza d’affetti, di sostegno e di conforto ma anche come motivo di pace e di raccolta intimità.

“L’accettazione della “Solitudine” – spiega la band – può, in qualche modo, rimetterci in pace con noi stessi e fermare la pazza frenesia che abita la nostra società con tutte le scellerate corse alla “routine del nulla”.

I Raniss sono una band Alternative Rock grossetana fondata dal Bassista Alessio Dell’Esto e dal Frontman/Chitarrista Mario Poli Corsi.

I due sono cresciuti musicalmente insieme partendo come duo nel 1997 e spaziando per i più svariati generi musicali. Dopo un periodo di separazione, nel 2010 i due si ritrovano e decidono di mettere su un nuovo progetto rock preservandone il nome.

Nel 2011 si affiancano alla band Andrea Alunno Minciotti alla chitarra elettrica. “Disordine” è il loro primo inedito uscito nel 2013, seguito da “Due minuti all’alba” è uscito a marzo 2016.

Nel Giugno 2016 la band pubblica il primo EP dal titolo “Niente di Positivo” accompagnato dal video del singolo “Neve”.

Nel dicembre 2016 esce “Mantide” la traccia acustica che anticipa il primo album dei Raniss, uscito poi il 21 aprile 2017,  “A due passi dalla fine”. L’uscita del secondo disco è prevista nei prossimi mesi.

I Raniss sono: Mario Poli Corsi (Voce /Chitarra), Alessio Dell’Esto (Basso), Gianmarco Carlini (Batteria).

“ARCOBALENO NERO” – Gli ALAN SPICY SONO TORNATI con un SINGOLO E un VIDEOCLIP

Gli Alan Spicy stanno per tornare con un nuovo singolo e un nuovo videoclip in uscita per Beng! Dischi Srls.

ARCOBALENO NERO

Singolo in tutti gli store digitali e
Videoclip uscito in anteprima esclusiva su Allmusicitalia.it

Con ARCOBALENO NERO, la band di Poggio Bustone (RI) riparte con una nuova veste e una nuova pelle grazie anche ai consigli di un amico: Marco Rissa (chitarrista dei Thegiornalisti) la cui esperienza ha contribuito a dare forma al singolo affidato alla produzione di Nicola d’Amati (Joe Victor, Scarda).

Si rafforza anche il rapporto con l’etichetta Beng! Dischi Srls.
Iniziano insieme un nuovo percorso con la realizzazione del videoclip prodotto in collaborazione con Cineseries Srl (FI) e la promozione del singolo.

— GUARDA IL VIDEOCLIP “ARCOBALENO NERO” —

Il singolo, registrato prima del lockdown, racconta una storia d’amore lasciata andare, un amore trascurato, ormai alla fine.

Il videoclip racconta la storia controversa di due ragazze, Marta e Alice.
Una storia dal sapore dolce e amaro vissuta attraverso lo sguardo inconsapevole del loro cane, Axel.

_________________________________________________________

Gli Alan Spicy sono:
Rocco Moscatiello – Voce e Batteria
Michele Santori – Chitarra e Cori
Daniele Stazi – Basso

Nel brano suonano anche:
Marco Rissa – Chitarra e Basso
Nicola D’Amati – Tastiera

Registrato, prodotto e mixato da Nicola d’Amati presso
Il Merlo Studio (Roma).
Master a cura di Eugenio Vatta.
_________________________________________________________

ASCOLTA IL SINGOLO NEGLI STORE DIGITALI
Spotify: https://spoti.fi/3eqb1Xm
ITunes: https://apple.co/34P5tCz
Deezer: https://bit.ly/3emCn0j
Amazon: https://amzn.to/2JN1oGL
_________________________________________________________

LINK ALAN SPICY
Facebook – https://bit.ly/3na43bS
Instagram – https://bit.ly/36xokSm
Twitter – https://bit.ly/32y5hG6
TikTok – https://bit.ly/2UlJooQ

BENG! DISCHI
Website – www.bengdischi.it
Email – news@bengdischi.it
Facebook – http://bit.ly/2x6VQOp
Instagram – https://bit.ly/2UfEj1l
TikTok – https://bit.ly/3nd5kz4
Youtube – https://bit.ly/3eNdjQx
Canale Telegram – https://t.me/bengdischi

MarkTao presenta ANXIETY

MarkTao, pseudonimo di Marco Taormina, è un cantante/rapper, chitarrista, songwriter e producer italiano. Nasce a Modena il 3 Dicembre del ‘95 e si appassiona alla Musica fin da giovanissimo. Marco ha sempre sostenuto che sia stato proprio il destino a farli incontrare: in età adolescenziale trovò una chitarra abbandonata in un parcheggio di una piscina, al suo interno c’era una croce con una scritta sul retro, “Lascia tutto e seguimi”. Da lì prese le sue prime lezioni di chitarra: passò dal Hard rock degli AC/DC al Punk rock dei Sum 41 e dei Blink-182.

In quel periodo formò la sua prima band, scrisse le sue prime canzoni e organizzò i suoi primi concerti sotto casa. Grazie al canale televisivo MTV conobbe “The Real Slim Shady” con cui si appassionò al HipHop e più tardi al Beatmaking. Nel 2015 decise di iscriversi alla Music Academy di Bologna per migliorare le sue doti chitarristiche e canore, quest’ultime riscoperte con la sua prima band. In quegli anni Marco si avvicinò ai generi R&B e Soul ed incominciò a dare più ascolto alla sua anima che alla sua testa: suonare la chitarra per accompagnare le emozioni degli altri non gli bastava più, era tempo di seguire un percorso individuale, da artista a 360°, dove la sua musica avrebbe fatto da accompagnamento solo ed esclusivamente alle sue emozioni.

Dal 13 Novembre debutta con il suo primo singolo, ANXIETY, canzone auto-biografica con la quale Mark vuole portare alla luce il mostro interiore che per anni lo ha logorato, impedendogli di agire e di essere sé stesso, l’Ansia. “Sguardo stanco, un inferno di ghiaccio: questa è la frase della canzone che più mi rappresenta. Le emozioni mi bruciavano dentro ma nessuno da fuori se ne accorgeva”. Nonostante all’artista non piacciano le etichette, lui stesso ha coniato un termine apposito di genere musicale nel quale collocare Anxiety: la “Guitar Trapsoul”, così definita per sottolineare l’importanza del suo marchio di fabbrica sempre presente nelle sue produzioni musicali, la chitarra.

ASCOLTA ANXIETY
https://bit.ly/32HRTzr

CREDITS
Produced by MarkTao
Music and Lyrics by MarkTao
Guitars and Vocals recorded at @ Morphing Studio, Bologna
Mixing & Mastering by Cristiano Santini at @ Morphing Studio
Artwork by MarkTao (Photo Credit: Andrea Fabbri)

CONTATTI
https://www.instagram.com/marktaomusic/
https://www.facebook.com/MarkTaoOfficial
https://twitter.com/MarkTaoMusic
https://www.youtube.com/channel/UCjfnLahEcuVrbWy0GRVZlHg?view_as=subscriber https://www.tiktok.com/@marktaomusic
https://soundcloud.com/marktao

Guanti è il singolo d’esordio dell’artista romano Falcao con l’etichetta Beat Up.

“Guanti” è il nuovo singolo di Falcao, nuovo volto della scena indipendente all’esordio con l’etichetta Beat Up.

Il brano, scritto da Falcao – Paolo Roberto Contini all’anagrafe – e Stefano Russo è un grido di speranza. Con lo scorrere del testo, si può sentire nelle parole della canzone come un’anima scalfita dal dolore, stanca e disillusa, possa trovare ancora la forza ed il coraggio di reagire.

Nella canzone, arrangiata, registrata e mixata da Stefano Russo con master di Luca Fareri e vocal coaching a cura di Arianna Manias, non parla solo di dimenticare il passato: parla di accettarlo e di accettare che la vita è un turbinio di emozioni e qualche volta devi lasciarti andare per ritrovare chi sei.

“Guanti è un sogno che si avvera, la mia spada ed il mio scudo, quindi lasciatemi dormire ancora un po’” afferma Falcao.

Guanti è disponibile a partire dal 30 ottobre in streaming e download sulle principali piattaforme online e dal 6 novembre con videoclip ufficiale sul canale YouTube dell’etichetta Beat Up.

Falcao – Biografia Artista

“Per me la musica è sacra, è l’unica certezza in un mondo pieno di confusione. Mi ha salvato in diverse situazioni e spero che in futuro io possa fare lo stesso con chi mi ascolta. Spero, per chi ne ha bisogno che attraverso la mia musica e le mie parole possa trovare un’ancora a cui aggrapparsi e che lo faccia sentire meno solo” – Falcao

Falcao, all’anagrafe Paolo Roberto Contini, nasce a Roma nel 1994 ma si trasferisce a Nettuno (RM) all’età di 13 anni.

La sua passione per la musica, inizia un anno dopo, frequentando corsi di musica e chitarra per riuscire a sviluppare ulteriormente la propria capacità e attitudine nello scrivere canzoni.

Durante l’adolescenza canta e suona per numerosi progetti locali romani, spaziando dal rock all’hip-hop, e cercando la sua strada per affermarsi come artista.

Dopo diverse delusioni e tentativi andati storti, decide di interrompere la propria attività musicale fino al 2016, anno in cui intraprende lo studio del canto presso Il “Centro Artistico Internazionale Il Girasole “di Nettuno sotto la guida della vocal coach Arianna Manias.

Instagram: https://www.instagram.com/bobby_falcao  

Facebook: https://www.facebook.com/Bobby-Falcao-160063864035145

Tes – Online il videoclip di Essere Umano

Continua il percorso dei Tes e del nuovo singolo Essere Umano: dopo l’uscita su tulle piattaforme streaming e download del 16 ottobre, è il online su YouTube il nuovo videoclip della giovane band lodigiana al ritorno sulle scene dopo la pubblicazione nel gennaio 2020 dell’EP “Era Questione Di Tempo”. 

Girato sulle coste della Liguria, il videoclip dei Tes è un viaggio nel cambiamento, nel senso di comunità e dell’essere umano all’interno di essa. 

“Durante il cammino i ricordi, ciò che abbiamo passato, le persone che abbiamo incontrato e ciò che siamo stati ci accompagnano, diventano parte integrante del nostro cambiamento. Questa è la condizione della nostra vita. La necessità del nostro presente. Le braci ancora ardenti delle nostre tradizioni. Questo è ciò che siamo. Questo è ciò per cui respiriamo. Quindi. Respira.” queste le parole della band riguardo il significato del lavoro.

CREDITS BRANO

Testo: Andrea Ciaramella, Mirko Candura.

Composizione: Andrea Ciaramella.

Produzione: Filippo Ferrari di XLR Solution.

Arrangiamento: Filippo Ferrari di XLR Solution, Andrea Ciaramella, Eracles Dodores, Francesco Delmiglio, Mirko Candura, Silvio Tarenzi, Simone Geroni.

Registrato presso: XLR Solution, San Donato Milanese.

Foto copertina: Federico Massari.

BIOGRAFIA TES

I Tes sono un gruppo musicale formatosi a Lodi nel 2015 la cui musica nasce dalle ceneri di un vecchio disegno incentrato su numerosi concerti dai retaggi cantautorali nella scena indipendente lodigiana, tra cui la doppia partecipazione come headliner alla rassegna “Lodi Al Sole”, e lombarda.

Dopo l’uscita dei primi due singoli “Canto Di Protesta” (2018) e “Chissà Perché” (2019) , nel gennaio del 2020 pubblicano il loro primo EP “Era Questione Di Tempo”. 

Il passaggio dal vecchio al nuovo progetto viene accompagnato dalla partecipazione di nuovi musicisti e caratterizzato dalla selezione al bando “Break The Wall” lanciato  da SIAE in collaborazione con Arci Bellezza: un percorso formativo su  composizione e produzione musicale che porta il gruppo alla realizzazione e pubblicazione del singolo di “Essere Umano” (2020), simbolo della loro transizione.

“Non scriviamo musica per vendere. Scriviamo musica per perdere un’idea: che in fondo sia impossibile poter vivere cantandovi di noi.”

Foto di Paola Tarroni.

LINK SOCIAL TES

Intervista al Cantautore Fulvio Effe in occasione dell’uscita del Singolo “Bla bla bla”

Bla bla bla” è il terzo singolo del cantautore alessandrino Fulvio Effe pubblicato dopo aver chiuso l’esperienza con la sua ex band “Mivanez”, insieme alla quale nei primi anni 2000 aveva aperto i tour di artisti importanti del calibro di Irene Grandi e Stadio. BLA BLA BLA è un brano che rappresenta una forte critica ai “leoni da tastiera” che pervadono nell’epoca dei social. Il Singolo è accompagnato da un videoclip in cui si alternano due personaggi: Franco e Fulvio.

Fulvio “dedica” BLA BLA BLA a tutti quelli che passano gran parte del proprio tempo ad “osservare” silenti o meno, “gli altri”, i “criticoni”, i “complottisti” quelli che puntano il dito sempre verso il prossimo accusandolo dei propri fallimenti. E Franco? Franco (interpretato nel video sempre da Fulvio) rappresenta la caricatura del “leone da tastiera”, con pose buffe ed espressioni che ricordano molto Steve di Otto Sotto un Tetto (serie tv anni ’90).

Fulvio vuole sottolineare come spesso il “criticone” “dall’alto delle sue critiche” possa invece essere visto dai più come una persona ridicola e con poca credibilità.


Abbiamo fatto quattro chiacchiere con Fulvio per conoscerlo meglio.


Ecco la nostra intervista:


Come è nato il tuo progetto solista?

Credo da sempre, nel senso che ho sempre scritto canzoni che “parlano di me”, dopo una lunga esperienza con i Mivanez, band nella quale ho militato tra il 2001 e il 2009 (e con la quale ho aperto i tour di Irene Grandi e degli stadio) ho passato alcuni anni “lontano” dalla composizione, ho preferito investire il mio tempo più sulla parte “backstage”, ho fatto “l’uomo dietro” diciamo, producendo artisti della mia zona e realizzando videoclip poi, come spesso accade, ci si ritrova a dover fare i conti don quello che si è veramente, e io sono quello, uno a cui piace raccontre le proprie storie attraverso la propria musica

Come nascono le tue canzoni?
Nascono dopo un’esperienza, positiva o negativa che sia, quando sento di avere qualcosa da dire, quando sento il bisogno di aprirmi.


Hai mai pensato di partecipare ad un talent?
Parteciperò prossimamente al talent in onda sul canale LA5 di mediaset: iBand

Dopo questo singolo ci sarà un album o un EP o avremo prima qualche altra anticipazione?
Bla bla bla fa parte di un disco, punto, uscito lo scorso settembre.

Progetti Futuri?
Continuare a scrivere, sfruttare questa “onda emotiva” che avverto in questi mesi e, chissà, pubblicare un secondo album nel 2021.


Grazie mille!


ASCOLTA SUBITO BLA BLA BLA
https://bit.ly/2T72cYw

GUARDA IL VIDEOCLIP
https://youtu.be/ijwS9sN_p5M



CONTATTI
https://www.facebook.com/fulvioeffezangirolami