intervista a Max casali per il nuovo singolo ContenuDi

  • Benvenuto su Ascoltalamusica. Oggi vogliamo scoprire qualcosa sul tuo ultimo singolo “ContenuDi”, prima però ci dici qualcosa di te? 

Premesso che non sono propriamente un cantante, mi sono sempre dilettato nel suonare la chitarra e scoprire nuove tendenze, come il Rap che intuii, sin da subito, che sarebbe arrivato anche in Italia ed allora provai ad essere uno dei primi precursori,  pubblicando nel 1987 il discomix “U.K.Mania” (in italiano!).  Poi, crescendo,mi sono spostato sul cantautorato, con tematiche più sociali che personali ed infatti, anche il nuovo singolo “ContenuDi” mette in risalto come l’arte si sia impoverita perché non c’è più la voglia e la pazienza di curarla nei particolari ma si perseguono euforiche affermazioni istantanee ma evanescenti, che durano (spesso) si e no, una stagione.

  • Ora che ti conosciamo un po’ meglio, quale pensi sia la forza di “ContenuDi”? Qual è il suo messaggio?

Spero proprio che questa canzone abbia (come dici tu) una propria forza per scuotere le coscienze intorpidite da falsi miti e fake news per ritrovare il piacere di ricercare e gustarsi l’arte che duri nel tempo, lasciando stare improbabili personaggi che sfruttano l’ignoranza per imbecillire il popolo di rete.

  • Con chi ti piacerebbe collaborare nella tua carriera?

Con chiunque possa trovare interessante un mio testo, poiché è questo il mio intento primario:  farmi notare come paroliere, in quanto a 58 anni credo che ognuno debba avere a fuoco la chiara obiettività di dove porsi ed io mi vedo più dietro le quinte che  sotto i riflettori. Perciò i miei brani vogliono essere semplicemente una vetrina per i miei testi.

  • Da dove prendi l’ispirazione per scrivere i tuoi brani?

L’ispirazione è una monella che fa spesso …capricci ! Non sai mai cosa ti farà scorrere nella mente e, spesso, arriva inaspettata e a quel punto è meglio appuntare subito le idee che ti suggerisce, sennò scappa via con un  ghigno. A parte gli scherzi, scrivo quando noto un paradosso insopportabile, un episodio toccante o quando il trash calpesta la dignità ma anche tematiche di fantasia perché, ricordiamocelo, la canzone deve essere anche evasione ludica.

  • Cosa ti aspetti dal futuro?

Mi aspetto un miglioramento esistenziale per tutto il pianeta, tenendo fede alla mia inguaribile malattia idealista ma occorre che l’impegno di tutti sia più volenteroso ed analitico per cambiare le cose, tendendo sempre più una mano verso il prossimo per congedarci dal mondo con fierezza e serenità.

Guarda il videoclip ufficiale
Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...