Mico Argirò: ecco Irriverentə, il nuovo disco

Un insieme di generi pregno di collaborazioni

«È stato molto stimolante collaborare con così tanti artisti diversi. C’è la musica napoletana di Pietra Montecorvino e Tartaglia Aneuro, c’è il rap del collettivo Cilento Doppia H, c’è la musica d’autore di Luciano Tarullo e Antunzmask, c’è l’indie di Frank Bonavena e Gabriele Slep»

Anticipato dall’uscita dei singoli “Hijab” (feat. Pietra Montecorvino), “Le canzoni divertenti” (feat. Andrea Tartaglia) e “Lambroolyn”, esce “Irriverentə”, il nuovo, eclettico, album di Mico Argirò. Irriverente già dal titolo.

«La schwa nel titolo è provocatoria e rompiscatole. In realtà ero indeciso se chiamare il disco “Irriverente” riferito a me o “Irriverenti” riferito alle canzoni: la ə è intervenuta a salvarmi e mantenere l’ambivalenza. È poi un simbolo che mi piace perché fa incazzare tutti, che siano gli invasati del linguaggio inclusivo o i rigidi tradizionalisti. Credo abbia molto in comune con queste canzoni».

“Irriverentə” è un insieme di 8 storie irriverenti dagli anni che stiamo vivendo. Nei brani, seppur con grande energia, si racconta il disagio di vivere nel secondo ventennio di questo secolo, tra social, critica all’arte e lockdown.

«“Irriverentə” è un album che racchiude tanto della mia visione del mondo in questi anni assurdi. Ho osservato e meditato, esprimendo i racconti delle singole canzoni in maniera molto personale e fuori da ogni schema. Facendo quello che mi pare, insomma. I temi delle canzoni sono molto vari, come sfaccettati sono questi anni venti… ci sono i social e c’è la solitudine nella cameretta, c’è il lockdown (e le fughe ripetute) e la mia visione dell’arte contemporanea, amori, letture, viaggi. In questo album c’è un pezzo della mia vita; le pause tra una canzone e l’altra sono i miei istanti di questi due/tre anni; per me non è solo musica: è una parte di me. “Che schifo gli anni 20” è una sorta di manifesto di questi anni, tra pandemia e guerre (e non è che prima si stesse d’incanto…); “Home” si è scritta da sola, scorrendo un social e, alla stessa maniera, “È morto De Gregori” c’entra con gli elogi post mortem su Facebook e Instagram (e c’è una critica al mondo radical-chic che, purtroppo, spesso frequento); “Lucia” è nata dalla lettura di alcune fantastiche poesie di una ragazza oggi scomparsa; “Di nascosto” (che è una canzone d’amore) e “Lambrooklyn” parlano di come ho vissuto il primo e il secondo lockdown, mentre “Hijab” è una canzone di sesso e amore universale. Credo che questi brani cristallizzino un mio momento: sarà interessante riascoltarli fra 30 anni, se non io qualcun altro».

L’album miscela l’elettronica ai suoni acustici della musica d’autore, sperimenta nella forma-canzone, pur restando fedele a quella che è la verve compositiva dell’autore. È un album insieme molto pop, fuori dagli schemi e ancora tanto cantautorale.

«Musicalmente ho seguito il flusso iniziato con “Hijab” e l’ho sviluppato: un mix di acustico ed elettronico, di cantautorato e sperimentazioni. Un genere libero e che non credo possa rientrare in nessuna schematizzazione. Mi sono divertito a mischiare elementi molto distanti, a suonare quasi tutti gli strumenti dell’album, a mettermi in discussione e a mettere in discussione la forma-canzone. Negli arrangiamenti suonano insieme chitarre acustiche con sintetizzatori, arpeggiatori e loop, chitarre elettriche distorte e beat; tutto questo cerca sempre di avere un senso molto stretto con il tema della canzone, ed è per me un modo nuovo e divertente di fare musica».

L’album vede la collaborazione di artisti provenienti da mondi musicali lontani fra loro, dalla musica popolare al rap, dall’indie al cantautorato, ma che trovano, in “Irriverentə”, terreno fertile per dar vita a un melting pot di generi.

«È stato molto stimolante collaborare con così tanti artisti diversi, ognuno notevole in quello che fa. C’è la musica napoletana con Pietra Montecorvino e Tartaglia Aneuro, c’è il rap con il collettivo Cilento Doppia H, c’è la musica d’autore personale di Luciano Tarullo e di Antunzmask, c’è l’indie di Frank Bonavena e Gabriele Slep. Dietro le quinte si muovono anche comecarbone, Eugenio Bennato, una myss che devo tenere anonima, Ivan Malzone e tantissimi altri. Ho deciso di assorbire quanto più possibile da loro, come una spugna, e rielaborare il tutto alla mia maniera. Sono onorato di queste collaborazioni e credo che i risultati siano belli e unici».

Altra peculiarità dell’album, insieme all’ecletticità della proposta musicale, è la scelta di stamparlo non su CD, non su vinile, ma su preservativi.

«Il fatto che “Irriverentə” sia stampato su preservativi e non su CD mi diverte, soprattutto abbinato alla copertina di Bio Dpi. Cercavo un modo di metterla in culo al mondo e l’ho trovato così. Ho poi scoperto che è il primo album del genere in Italia, ancora più sfiziosa come cosa, soprattutto perché così la mia musica ha anche una funzione pratica e piacevole».

TRACKLIST

1 Che schifo gli anni 20

2 Home ft. Luciano Tarullo, Antunzmask, Cilento Doppia H

3 Lucia

4 È morto De Gregori ft. Frank Bonavena, Gabriele Slep

5 Le canzoni divertenti ft. Andrea Tartaglia (Tartaglia Aneuro)

6 Di nascosto

7 Lambrooklyn

8 Hijab ft. Pietra Montecorvino (Registrata da Eugenio Bennato)*

*Il videoclip di “Hijab” vede la partecipazione straordinaria di Alvaro Vitali

Pubblicità

“Hai riaperto una ferita, è stato un terremoto”: “Sei rimasta qui” è il nuovo singolo di Mikimas

Disponibile dal 22 aprile su tutte le piattaforme streaming e download online “Sei rimasta qui”, il nuovo singolo di Mikimas.

Continua così il percorso del giovane cantautore che – dopo i singoli “Il mio sabato sera” e “Niente da dire?” – torna con una nuova ballad caratterizzata da un sound pop rock italiano fresco e genuino nonostante il suo significato malinconico:

“Il brano descrive lo stato d’animo di un ragazzo che scopre di essere ancora innamorato della sua ex ragazza, guardando una sua foto con il suo nuovo partner.

Dolci ricordi del passato si mescolano ad un senso di amarezza infinito, perché dopo tanti anni non si è mai dimenticato di lei. Il protagonista rimugina sdraiato sul letto e osservando con tanta malinconia quel viso che ha amato e ama tuttora” racconta Mikimas.

Scritta da Mikimas, composta e registrata da Andrea Cattarina presso il “Daydream Studio” di Cremona, “Sei rimasta qui” è disponibile dal 22 aprile in streaming e download su tutte le piattaforme digitali.

Intervista ad Antonio dp


Antonio dp è un artista e compositore bilingue . La sua passione passione per la musica nasce da piccolo e si è sviluppata negli anni portandolo al lancio del suo primo singolo “Mucho Amor” nel 2022 . “Mucho Amor” rappresenta il ponte di collegamento tra la parte di cultura latina e quella europea, rappresentando un mix di sound di entrambi i mondi.

Abbiamo fatto quattro chiacchiere con Antonio per farci raccontare da lui com’è nato questo progetto.

Ecco la nostra intervista:

1) Come è nato il tuo progetto musicale?

Il mio progetto nasce da una grande passione e voglia di dare il mio contributo nella scena musicale attuale . In Italia negli ultimi anni abbiamo assistito ad una crescita veramente enorme della musica latina e mi piacerebbe molto aggiungere il mio granello di sabbia a questa scena attuale e allo stesso modo contribuire anche nella scena latino america già ben affermata , dando il mio umile contributo.

2) Come nascono le tue canzoni?

Le mie canzoni nascono principalmente da esperienze e sentimenti della vita quotidiana . Personalmente mi piace essere veramente molto “sincero” quando scrivo le mie canzoni e cercare di ritrarre tutte le emozioni che mi passano per la testa durante varie situazioni , credo che sia il miglior modo per fare si che le persone si rispecchino in quello che racconto

3) Hai mai pensato di partecipare ad un talent?


Si , ci sto pensando anche tutt’ora e credo che per il momento non sia ancora arrivata l’occasione giusta che mi permetta di esprimere il mio progetto al meglio . Magari in un futuro potrò valutare di più questa opzione , mai dire mai


4) Dopo questo singolo ci sarà un album o un EP o avremo prima qualche altra anticipazione?

Dopo “Mucho Amor” di sicuro uscirà un altro singolo che cercherà di far comprendere man mano sempre di più il mio sound , poi si vedrà . In ogni casi l’idea di fare uscire un disco mi piace veramente molto

5) Progetti Futuri?

Nei progetti futuri , c’è sicuramente la voglia di collaborare con altri artisti . mi rifaccio molto alla mentalità latina , in cui le collaborazioni rappresentano davvero una parte importante nella carriera di un’artista . La voglia è quella di condividere tanta musica , perchè lavorando in gruppo con persone sulla tua stessa linea d’onda , si raggiungono grandi risultati

Grazie mille e buona musica!

ASCOLTA
https://songwhip.com/antoniodp/mucho-amor

CONTATTI
https://www.instagram.com/iam_antoniodp/



Le Canzoni nascono come gli Amori – Intervista al Cantautore Giacomo Maria Carpa


Giacomo Maria Carpa
(già Carpa Koi e componente di band come Cuartomecànico e Bananalonga SurfBand), è un cantautore e polistrumentista siciliano. Ha collaborato con musicisti come Xabier Iriondo degli AfterHours, Mirko Onofrio della Brunori SAS, Giovanni Gulino e Carmelo Pipitone dei Marta Sui Tubi. Ha partecipato ad importanti rassegne musicali condividendo il palco con artisti come Tiromancino, Calibro 35, Di Martino, Colapesce, Marta Sui Tubi, Bugo, Il Pan del Diavolo e ha ricevuto il Premio Arteria di Bologna come miglior proposta artistica.

Con il nuovo singolo Io Aspetto Te (featuring Margherita Abita premio Andrea Parodi con gli Still Life) Giacomo Maria Carpa fa un salto sonoro ed estetico. Rifacendosi infatti alla tradizione del cantautorato del nostro paese intraprende un viaggio sottomarino portando con se i sentimenti di un’isola mistica e sconfinata dove sirene e marinai continuano a rappresentare un universo unico.

Brano prodotto da Alberto Perez dello studio Sol De Sants. Videoclip diretto da Andrea Marchese per Nuova Trinacria Cinematografica.

Abbiamo fatto quattro chiacchiere con Giacomo per conoscerlo meglio e farci raccontare di più di questo suo nuovo progetto.

Ecco la nostra intervista:



1) Come è nato il tuo progetto solista?

Ho deciso di avviare il mio progetto cantautorale dopo la rottura di una band fantastica di Barcellona di cui sono stato cofondatore i CuartoMecanico. Così decisi di recuperare appunti e composizioni che avevo conservato durante concerti e viaggi.


2) Come nascono le tue canzoni?

Le canzoni nascono come gli amori.
Sono scintille che racchiudono e sintetizzano l’essenza di un momento vissuto o magari solo immaginato. Così nascono le melodie e i testi.
Ci sono brani che richiedono più tempo, altri che invece arrivano già pronti.
Per me la cosa più importante è saper attendere ma di certo non è sempre semplice.

3) Hai mai pensato di partecipare ad un talent?

Si certo. Ma diciamo che ad oggi non sono caduto in tentazione (ahahahaha).
I talent sono una grande opportunità di visibilità questo è innegabile e sicuramente anche la possibilità di un’esperienza costruttiva.
Ma fateci caso… tantissimi artisti talentuosi e bravissimi scompaiono all’improvviso davvero come meteore. Oggi l’industria musicale fa televisione ma questa non è più musica.

4) Dopo questo singolo ci sarà un album o un EP o avremo prima qualche altra anticipazione?

Si certo. Arriverà un album di 8 brani poco radiofonici (ahahahah) ma di certo un album suonato dall’inizio alla fine registrato in presa diretta e fatto vibrare sul nastro. Proprio un disco alla vecchia!
L’idea è quella di presentare almeno un altro singolo e presentare il disco tra settembre e ottobre per poter organizzare un tour promozionale.


5) Progetti Futuri?

Progetti futuri… l’estate scorsa dopo la prima fase pandemica ho deciso di ritornare in Sicilia.
Adesso si parla di guerra, bombe atomiche e morte.
Io provo a difendere la mia serenità quando lavoro la mia terra e coltivo i miei melograni insieme alle vigne di mio papà. Sono tornato all’essenziale.


Grazie mille e buona musica!



ASCOLTA IO ASPETTO TE
https://songwhip.com/giacomomariacarpa/io-aspetto-te

GUARDA IL VIDEOCLIP
https://www.youtube.com/watch?v=FXbPPj8rF9s

CONTATTI
www.giacomomariacarpa.it
https://www.instagram.com/giacomomariacarpa/

SEI GIÀ STATA QUI – il nuovo brano di DALLA VEDOVA

DALLA VEDOVA esce con un nuovo brano intitolato Sei già stata qui dove evoca un territorio sospeso tra terra e mare; un luogo dove fermarsi per poi ripartire nell’incessante mutare delle cose perché, come dice: “a vivere ci vuole coraggio, coraggio a sapere, coraggio a sapere che qui tutto è in viaggio”.

ASCOLTA SEI GIA’ STATA QUI
https://songwhip.com/dalla-vedova/sei-gia-stata-qui 

GUARDA IL VIDEOCLIP
https://youtu.be/tgFna535k8Q 

DALLA VEDOVA è un cantautore dal percorso atipico. Laureato in astrofisica, la sua attività di ricerca lo porta a trasferirsi regolarmente. Originario di Verona, vivrà a Milano, a Vienna, a Parigi e a Nizza. È durante questi anni itineranti che si dirige verso uno stile e una scrittura semplice ed essenziale, finché a inizio 2018, si stabilisce in Bretagna e decide di dedicarsi interamente alla musica.

Con la sua etichetta discografica Taggiasca Records, ha pubblicato :

Il sogno e l’incanto (single, 2018), Orizzonte verticale (EP, 2019) e Preziosa (single, 2021)

Lo Potete ascoltare sulle piattaforme di streaming o su YouTube.

———————————
Contacts :
www.gaetandallavedova.com
dallavedova.official@gmail.com

Youtube : https://bit.ly/3k9kO8I
Instagram : https://www.instagram.com/dallavedova.official
Facebook : https://www.facebook.com/dallavedova.official
Bandcamp : https://gaetandallavedova.bandcamp.com
Spotify : https://spoti.fi/2XgfZBW

Settembre Rosso presenta il nuovo EP “Ansia, Estathè e Sigarette”


Quattro brani che raccontano paure, speranze, rivincite e rimpianti di una vita come tante ma diversa dalle altre.

Interamente scritto, interpretato e prodotto da Matteo Folegatti (AKA Settembre Rosso), mixato e masterizzato da Daniel Ursini al Clip Recording Studio di San Biagio (FE), esce in tutti gli store digitali “Ansia, Estathè e Sigarette“, il nuovo EP del cantautore e polistrumentista Settembre Rosso, preceduto dal singolo “100” già disponibile sul canale YouTube ufficiale.

Settembre Rosso racconta così questo EP:

“Queste canzoni rappresentano un periodo molto complesso della mia vita e della società in generale. In esse ho voluto raccontare, in termini semplici e diretti come mio solito, situazioni e sentimenti che ho affrontato in questi mesi ma in cui credo chiunque si possa riconoscere. Sono canzoni che raccontano di un presente incerto e pieno di insicurezze, ma da cui si può sempre intravedere una speranza per giorni migliori a patto di cominciare accettando sé stessi, nel bene e nel male. Nello scrivere queste canzoni ho cercato di trasmettere all’ascoltatore le mie esperienze personali ma lasciando sempre abbastanza spazio perché chiunque possa metterci la sua individualità e interpretazione. Questo EP rappresenta un’evoluzione coerente e continua del mio percorso artistico che vuole fondere la musica Alternative Rock, Indie e Punk con la quale sono cresciuto all’elettronica più moderna, da cui prendo continua ispirazione nei generi più disparati come Hip Hop, Trap, Synthwave e Reggaeton, puntando comunque ad un risultato immediato e universale che si ispira ai mostri sacri della musica italiana come Subsonica, Litfiba, Vasco e 883.”

Ascolta “Ansia, Estathè e Sigarette”:

Spotify: https://open.spotify.com/album/5vGzlhcdMOC084Hi0rGZ7s

Apple Music: https://music.apple.com/it/album/ansia-estath%C3%A9-e-sigarette-ep/1614925586

Amazon Music: https://music.amazon.it/albums/B09VWYMZ4Y

YouTube Music: https://music.youtube.com/playlist?list=OLAK5uy_naphw0EYfZBXTifrYStG5s1ohUcPpH3C4

Guarda il video ufficiale di “100”:

YouTube: https://www.youtube.com/watch?v=gUU6iWE3gnI

Matteo Folegatti (Faenza, 1983) è un cantautore, polistrumentista e produttore attivo musicalmente dal 2000. Dopo più di venti anni come chitarrista, bassista e cantante in varie rock band dell’Emilia-Romagna (tra cui ricordiamo il gruppo stoner rock “The Coffeen” con cui pubblica un disco per Moonlight Records nel 2013), durante un periodo di enormi cambiamenti personali decide di intraprendere un percorso musicale solista. Scrive, interpreta e produce canzoni come Settembre Rosso dal gennaio 2020, pubblicandole prima su SoundCloud come autoproduzioni indipendenti, per poi raccoglierle nel mixtape d’esordio “Il Mostro“, che viene distribuito ufficialmente in tutti gli store digitali.

Contatti:

Instagram: https://www.instagram.com/settembre_rosso_

Email: folegattimatteo@alice.it

Canale YouTube: https://www.youtube.com/channel/UCK57R4VMoRrRHW0N2xwhEBA

Re-X, ascolta l’EP d’esordio!



La band romana Re-X  ha annunciato il suo primo EP il 12 Novembre su tutti gli store digitali e piattaforme streaming audio.

La decisione di chiamare l’EP con il nome della band nasce soprattutto dall’ultima traccia del disco che si intitola Re-X. Questo sarà un brano particolare, la cui comprensione totale del testo non risulterà immediata; la lotta dell’uomo con il bene e il male, con la coscienza e le sue colpe nei confronti della natura e le responsabilità che non ha saputo gestire al meglio ma che ora lo schiacciano sotto il peso della sua corona che lui stesso si è posto sul capo.

l’EP comprende anche due singoli precedentemente usciti insieme al videoclip ufficiale su YOUTUBE “ Alla fine della festa” e “Innocente” più una quarta traccia da un’ impronta e sound decisamente più metal, dal titolo “Respirare ancora”, un brano che ricalca l’energia e la rabbia di quelle storie d’amore mai semplici, che sono una lotta di sentimenti folli e contrastanti.

OFFICIAL WEBSITE:  https://www.re-x.it/

YOUTUBE: https://www.youtube.com/channel/UCbm6Sem-MSMDxGcO3nm9kQw

SPOTIFYhttps://open.spotify.com/artist/2uzO87kMAoG3SdgOTjqNzm?si=3MQay3V4RYuDD81f2R9Gbw

FACEBOOKhttps://www.facebook.com/ReXpaginaufficiale

INSTAGRAM: https://www.instagram.com/re.xofficial/

TUTTI I LINKhttps://linktr.ee/Re_X

THE DREAM ROLL – SAVE YOUR SOUL

“Il Rock ‘n’ Roll sta tornando ed è qui per restare”

 A seguito delle uscite dei primi due singoli, dal 1 Aprile è finalmente disponibile su tutte le piattaforme streaming il primo Ep dei The Dream Roll, “Save Your Soul”. Con l’esordio discografico, i Dream Roll avviano una splendida riflessione sulla salvezza dell’anima. Con ironia e critica affrontano i vari disagi della vita quotidiana, dove ricercano il giusto in una società malata. Ma lì dove la parola manca, comincia la musica che può rendere liberi tutti noi.

 “Credo in Dio, ma non so in quale” canta il Frontman Leonardo Bregliozzi, autore e compositore di ogni singola traccia dell’Ep. Leo annuncia e presenta l’uscita dell’album con il suo modo semplice e diretto: “Non voglio presentarmi come l’ennesima Rock Band che prova a raggiungere il successo, di questi già ce ne sono a flotte. Io sono i Dream Roll, ma in primis sono Leo. Questa non è una band, questo è il mio sogno. Io vivo, cado e mi rialzo, lotto e vinco; Io Cresco. Compongo in “Riff” gli eventi della mia vita, sperando di farvi ballare e farvi vedere il mondo tramite i miei occhi. Siamo tutti alla ricerca di uno scopo e della propria felicità lottando per averla e raggiungerla passo dopo passo. Tralasciando la moralità; Questo è Rock ‘n’ Roll ragazzi, non servono presentazioni. Accenditi una sigaretta e scuoti il corpo con “Street’s Queen”.

I Dream Roll hanno radici Blues Rock, influenzati da grandi artisti quali: Rolling Stones, Muddy Waters, Led Zeppelin etc… Portano un originalità nel genere, dando spazio a melodie etniche attraverso l’arpa africana “N’goni”, Sax e cori Gospel. CORRI AD ASCOLTARLO !!!

GUARDA IL VIDEO UFFICIALE DI “STREET’S QUEEN”: https://bit.ly/36mRqYm

ASCOLTA “SAVE YOUR SOUL” QUI: https://bit.ly/3iU6BuO

CONNETTITI CON THE DREAM ROLL

INSTAGRAM: https://www.instagram.com/thedreamroll_/

MAIL: thedreamroll1@gmail.com

Antonio dp – Mucho Amor



Antonio dp è un artista e compositore bilingue . É nato e cresciuto in Italia da papà italiano e mamma venezuelana . La sua passione passione per la musica nasce da piccolo e si è sviluppata negli anni portandolo al lancio del suo primo singolo “Mucho Amor” nel 2022 .

“Mucho Amor” rappresenta il ponte di collegamento tra la parte di cultura latina e quella europea, rappresentando un mix di sound di entrambi i mondi.

ASCOLTA
https://songwhip.com/antoniodp/mucho-amor

CONTATTI
https://www.instagram.com/iam_antoniodp/

Giacomo Maria Carpa – Io Aspetto Te

Giacomo Maria Carpa (già Carpa Koi e componente di band come Cuartomecànico e Bananalonga SurfBand), è un cantautore e polistrumentista siciliano. Ha collaborato con musicisti come Xabier Iriondo degli AfterHours, Mirko Onofrio della Brunori SAS, Giovanni Gulino e Carmelo Pipitone dei Marta Sui Tubi. Ha partecipato ad importanti rassegne musicali condividendo il palco con artisti come Tiromancino, Calibro 35, Di Martino, Colapesce, Marta Sui Tubi, Bugo, Il Pan del Diavolo e ha ricevuto il Premio Arteria di Bologna come miglior proposta artistica.

In Italia e all’estero sia come cantautore che strumentista ha suonato in alcuni dei principali club della musica come Circolo degli Artisti di Roma, Locomotiv di Bologna, Blah Blah di Torino, 75 Beat di Milano, Off di Modena, Sala Apolo di Barcelona, Razzmatazz (Barcelona), Sala Bikini (Barcellona), Ubik Cafè (Valencia), Sala Sol (Madrid),Teatro Kino Bosna (Sarajevo).

Nel 2015 il progetto musicale della musica italiana -Mi Sento Indie- curato da Radio Coop, Irma Records e MEI ha selezionato il cantautore siciliano in un attività di comunicazione nazionale e diffusione musicale instore.

Nel 2017 inizia a collaborare con il musicista Max Dedo (musicista e arrangiatore di Gazzè, Fabi, Silvestri e Consoli) con cui condivide attività in studio e concertistiche suonando come open act al tour in Spagna di Dedo.

Nel 2018 è stato chiamato a rappresentare il cantautorato italiano all’interno della rassegna Festival de la Canço d’autor di Barcellona insieme a nomi importanti della scena musicale italiana come la cantautrice Giovanna Marini e il cantautore livornese Bobo Rondelli.

Nel 2019, sempre in Spagna, ho preso parte al video clip diretto dalla regista Isabel Coixet per il brano “Chanson de Juin” del compositore premio Goya Alfonso Vilallonga. A settembre dello stesso anno il Club Tenco lo ha chiamato a suonare all’interno del format “Il Tenco Ascolta” organizzato nella Casa degli Italiani a Barcellona.

Con il nuovo singolo Io Aspetto Te (featuring Margherita Abita premio Andrea Parodi con gli Still Life) Giacomo Maria Carpa fa un salto sonoro ed estetico. Rifacendosi infatti alla tradizione del cantautorato del nostro paese intraprende un viaggio sottomarino portando con se i sentimenti di un’isola mistica e sconfinata dove sirene e marinai continuano a rappresentare un universo unico.

Brano prodotto da Alberto Perez dello studio Sol De Sants. Videoclip diretto da Andrea Marchese per Nuova Trinacria Cinematografica.

ASCOLTA IO ASPETTO TE
https://songwhip.com/giacomomariacarpa/io-aspetto-te

GUARDA IL VIDEOCLIP
https://www.youtube.com/watch?v=FXbPPj8rF9s

CONTATTI
www.giacomomariacarpa.it
https://www.instagram.com/giacomomariacarpa/
https://www.facebook.com/GiacomoMariaCarpaOfficialPage