Tutti gli articoli di ascoltalamusica

Cambiamenti, il Primo Singolo estratto dal Nuovo Album dei Feyra

feyra band
Cambiamenti” è il primo singolo estratto dal nuovo album dei Feyra. Il titolo del brano non è di certo una casualità, questo infatti rappresenta il prologo di una piena metamorfosi della band, volta a rinnovarsi in tutte le proprie peculiarità artistiche a partire dal nome che ha accompagnato per anni i numerosi progetti antecedenti.

I Feyra, quindi, tornano all’attacco con un nuovo singolo dal carattere spumeggiante, fresco e ricco di profumi estivi, sonorità che fondendosi danno vita al brano che accompagnerà l’estate 2019. A completare “Cambiamenti” un fantastico videoclip ambientato e girato nelle meravigliose terre siciliane che fanno da perfetta cornice ai vivaci colori del brano. Funk, reggae, pop un cocktail perfetto per le calde giornate di sole che anticipa i sapori del prossimo disco dei Feyra.

GUARDA IL VIDEO DI CAMBIAMENTI
https://youtu.be/GbPRNS_cvKc


Spotify:
https://spoti.fi/2MNM7GV

Feyra:
Biagio Marino – voce e cori
Adriano Clementi – batteria
Alberto Perez – basso
Francesco Nicolosi – chitarre
Salvo D’Addeo – tastiere
Alfonso Barba – trombone
Alessio Russo – tromba

CREDITI:
Testi e musica – Biagio Marino
Arrangiamenti – Biagio Marino e Feyra
Regia video – Andrea Sardo della Riflessi Studios
Management: DalVivo Entertainment
Booking: DalVivo Entertainment – 339 623 8855,
massimo@dalvivoconcerti.it info@dalvivoconcerti.it

BIOGRAFIA:
Nati e cresciuti nel profondo sud della Sicilia, nella provincia di Agrigento, i Feyra sono una delle realtà musicali di maggiore spicco del panorama siciliano e italiano. Così come la Sicilia è stata terra di conquista e incontro di culture, la musica dei Feyra è una fusione di sonorità dal sapore latino, ska, reggae e pop; un sound unico e riconoscibile che prescinde dal genere musicale suonato. I Feyra nascono ad Agrigento come “Siciliano Sono” nel 2009 e dopo essersi affermati nei club in giro per la Sicilia nel 2012 pubblicano il loro primo album “Siroko” (Scirocco) che, in piena linea con l’originario nome della band, rappresenta il biglietto da visita al grande pubblico e premessa del vero debutto discografico. Ben presto grazie al successo di brani come “Di neve non ne cade mai”, “Scappa scappa” e “Canto” si affermano nei club più famosi dell’isola. Nel 2016 pubblicano il secondo progetto discografico “Mundo Malo” missato e masterizzato a Città del Messico da Taño Aneiro, tecnico messicano che vanta collaborazioni internazionali tra le quali “Buena Vista Social Club”. “Mundo Malo”, contenente undici tracce delle quali quattro in lingua spagnola, è figlio di una visione fuori dai confini nazionali, una direzione globalista e un concept album con uno sfondo sociale dal gusto sarcastico e al contempo leggero. Con questo lavoro discografico, che vanta anche la collaborazione di Giovanni Buzzurro celebre bassista della cantante messicana Lila Downs, si delineano i nuovi impulsi che iniziano a farsi strada all’interno del sound dei Feyra rappresentando una decisa maturazione nello stile musicale e nei testi. L’album desta immediatamente un grande interesse da parte di pubblico e critica e contiene alcuni dei brani divenuti presto veri e propri cavalli di battaglia (Mundo Malo, Come Nacquero le corna, Balla, Giufà ). Il 2017 è un anno ricco di soddisfazioni per la band: a marzo è la volta di “Esperanza” un brano prevalentemente acustico, una rumba dalla melodia malinconica che accompagna il racconto di una storia d’amore spezzata dalle recenti tragedie tra neve e terremoti di Rigopiano. A novembre dello stesso anno pubblicano “Mala Politika”. Entrambi i singoli non hanno particolari pretese ma sono frutto di un percorso emozionale e di una visione globale dell’Italia di quel periodo. Simultaneamente iniziano a lavorare ad uno show energico, inusuale, creato in collaborazione con Adrià Salas Viñallonga frontman della band catalana de “La Pegatina”. Grazie anche alla successiva e fortunata tournée “Fiesta Total” ne hanno esaltato la potente anima live. Nel giugno 2018 esce “On the road” un progetto itinerante con una serie di performance live rigorosamente in acustico che ha toccato alcuni dei luoghi più rappresentativi della Sicilia. Nel maggio del 2019, a testimonianza dell’incredibile successo del progetto, la svolta artistica della band si fissa nel cambio del nome in “Feyra”. Una scelta quasi naturale, ma necessaria, per chiarire quel dubbio che accostava erroneamente il nome “Siciliano Sono” alla musica folk. Con tale scelta, volta a comunicare l’evoluzione e l’identità musicale acquisita in dieci anni di carriera, i Feyra annunciano l’uscita di un nuovo album d’inediti ricco di ospiti internazionali quali “Che Sudaka”, band catalana internazionale con collaborazioni del calibro di “Manu-Chao” e “Olinka” cantante, attrice e compositrice messicana della scena reggae messicana.

CONTATTI:
Facebook: https://www.facebook.com/feyraband
Instagram: https://www.instagram.com/feyra_band
Youtube: https://www.youtube.com/channel/UCNKGt4yNociw8MFVhcdH18g?sub_confirmation=1
Sito internet: www.feyra.it

Annunci

“Freddissima Anima” è il nuovo videoclip del cantautore Alessio Ivan

DSC_9122 01

“Quando chi ti ha amato e accompagnato per un tratto di vita si allontana diventando quasi un’estranea, dopo l’incredulità si fa strada un senso di solitudine e rabbia difficili da sopportare.”

E’ questo il tema di Freddissima Anima, quarto video del cantautore di Varese, uscito in anteprima esclusiva su Distopic ed estratto dall’album Viola, uscito lo scorso anno.

Il videoclip è stato realizzato con lo smartphone da Alessio Ivan e da alcuni amici che hanno risposto all’invito che il cantautore ha lanciato su Facebook.

Un’idea di videoclip collettivo, un aiuto da parte dei sostenitori che si è concretizzato nell’invio di materiale video che, con un montaggio artistico – in questo caso di Roberto Contini – diventa prezioso per poter promuovere la propria musica.

“I luoghi visti con gli occhi del protagonista diventano la scena della disperazione di chi vaga in stato confusionale per la città, in campagna e in luoghi lontani, raggiunti per tentare di dimenticare. Lo smarrimento si alterna alla voglia di reagire che si manifesta nella terapeutica stanza della rabbia dove bottiglie e lamiere sono a disposizione per sfogare la collera e cercare di rinascere. Un brano romantico ed arrabbiato, un video che scorre velocemente”

Alessio Ivan è un cantautore della provincia di Varese che, dopo essere stato chitarrista ed autore di band giovanili e dopo una lunga assenza dal mondo della musica per dedicarsi alla professione di Consulente del lavoro, ha deciso di riprendere il cammino interrotto e registrare il suo primo disco.

Col brano “Vienimi a salvare”, ha raggiunto la finale dell’edizione 2018 del Varigotti Festival – premio nazionale per la canzone d’autore emergente.

L’album si intitola “Viola”Viola come il nome di sua figlia; viola come il colore di chi desidera piacere ed essere accettato; viola come l’unione del rosso, sinonimo di forza ed energia, e del blu, che richiama la calma e la malinconia.

ASCOLTA L’ALBUM
Spotify – https://spoti.fi/2M9vyAv
iTunes – https://apple.co/2NZKj9q
Google – https://goo.gl/bzfeHd

[Recensione] Michele Briganti – Un accendino blu (MB Musical Recording)

Copertina digitale
“Un Accendino Blu”
è l’album di esordio del Cantautore Toscano “Michele Briganti” disponibile al download già dall’1 Febbraio di quest’anno. L’album è stato prodotto e realizzato in completa autonomia dall’autore, sia nella composizione di musiche, testi ed arrangiamenti, sia nelle fasi di registrazione, Mixing e Mastering, L’album si rifà principalmente alla “scuola classica” del cantautorato italiano, presentando costruzioni musicali, tipiche della “folk song” e della “ballad acustica”, integrate con innesti ed arrangiamenti più tipici del Pop nostrano che mirano a creare un prodotto più “attuale” senza comunque snaturare la ricerca di una sonorità di natura “intimista”.

Il disco, completamente realizzato in Home Studio, propone frammenti di vita passata basandosi principalmente sul tema del ricordo e delle storie d’amore ed andando volutamente a delineare un atmosfera, molto tipica dello stile cantautorale, leggermente malinconica ed introspettiva.
Il brano più interessante e che riassume lo stile di
Briganti è sicuramente Flashback, che ricorda a tratti il De Andrè di Amico Fragile. Molto bella anche la successiva Ormai e quella ancora dopo, Satus Quo, in cui il cantautore Toscano ricorda molto Max Gazzè. Insomma le basi ci sono tutte e speriamo che Michele Briganti non si fermi qui ma vada avanti con lo studio e la scrittura di canzoni importanti di cui la musica italiana ha tanto bisogno.
Orazio Bove

ASCOLTA/SCARICA UN ACCENDINO BLU
Spotify:: https://spoti.fi/2VwnjTi
Youtube::
https://bit.ly/2GTt7Tz
Deezer:
https://bit.ly/2UhKAYO
Amazon::
https://amzn.to/2tNenNw
iTunes:
https://apple.co/2HhAOm7

Un album oltre le aspettative! INTERVISTA a Michele Briganti Cantautore

IMG-20190204-WA0008

“Un Accendino Blu” è l’album di esordio del Cantautore Toscano “Michele Briganti” disponibile al download già dall’1 Febbraio di quest’anno. L’album è stato prodotto e realizzato in completa autonomia dall’autore, sia nella composizione di musiche, testi ed arrangiamenti, sia nelle fasi di registrazione, Mixing e Mastering. Abbiamo fatto quattro chiacchiere con Michele per conoscerlo un po’ meglio.

Come ti sei avvicinato alla Musica?
La musica è sempre stata presente in casa mia… mio padre è un appassionato chitarrista e negli anni ’60, come molti ai tempi, suonava in un “complesso”… Se ripenso alla mia infanzia è difficile non legare qualche ricordo a quello di mio padre con la chitarra in mano e chiaramente in casa gli strumenti sono sempre esistiti… non so neanche di preciso come e quando ho iniziato a suonare… lo ho praticamente sempre fatto anche se la svolta è arrivata intorno ai 12 anni quando ho fatto le mie “prime conoscenze musicali” ed ho iniziato ad ascoltare (e suonare) cose diverse da quello che veniva proposto in casa… ai tempi suonavo l’organo elettrico ed ho capito che la chitarra “la si poteva portare in giro” e la ho scelta come strumento principale… in realtà però non ho mai approfondito veramente lo studio di nessuno strumento e questo, ancora a distanza di anni, mi dispiace un po’…


A Febbraio è uscito il tuo primo album, come sta andando?
Sicuramente oltre le aspettative… ho fatto uscire un Album senza alcuna velleità di fama o successo… semplicemente sentivo la necessità, dopo quasi 30 anni di musica, di fare qualcosa “di mio” e così, quasi per gioco, mi sono messo a scrivere canzoni… sempre per gioco ho pubblicato un album che inizialmente pensavo di far ascoltare a soli pochi amici… capirai che, sebbene i numeri siano per il mercato musicale quasi inesistenti, scoprire di aver avuto diverse migliaia di ascolti streaming e vedere il mio nome circolare su internet e sui social fa uno strano effetto ed è molto gratificante… Ho notato inoltre una facilitazione nel proporsi, anche in live, con più facilità avendo alle spalle un album ed in questo periodo ho sviluppato alcuni contatti e collaborazioni stimolanti…


Un accendino blu, perché questo titolo?
È un estratto dal testo della canzone “Quello Che Mi Hai Dato”, contenuta nell’Album… Qualche anno fa mi era stato regalato un accendino… Blu,… non ha mai funzionato…
Ricordo che una volta ero in macchina in viaggio per lavoro verso Roma ed avevo con me le sigarette ma non da accendere… avevo soltanto quell’accendino che non funzionava…
Mi sono sentito “schiavo” di qualcosa che “non funzionava più”… una cosa inservibile che ha in realtà poi svelato la sua utilità dal momento che mi è servito proprio per “non fumare” e decidere poi di smettere di farlo…
Nello specifico la canzone in questione parla degli “strascichi” di una storia d’amore finita, quando si riflette su quello che è rimasto ed in qualche modo si resta “schiavi” di qualcosa che non c’è più anche se in realtà questa neanche aveva mai funzionato… collegare la storia di “… Un Accendino Blu Che Non Funziona Più…”, proprio come la storia che racconto nel brano, mi sembrava immagine che potesse dare idea di come talvolta, anche la fine di un amore, possa lasciare elementi positivi anche se sul momento non sempre si riesce a coglierli…
La canzone mi piace particolarmente ed “Un Accendino Blu” mi sembrava un titolo “evocativo” che potesse suscitare la giusta curiosità nei confronti dell’album…


Lo hai registrato tutto da solo?
Si… questo album è stato una “sfida nella sfida”… non solo non avevo mai composto prima ma mi sono occupato direttamente di tutte le fasi dalla registrazione, al mixing ed al mastering, registrando in prima persona quasi la totalità delle tracce e degli strumenti…
Avevo iniziato a creare un Home Studio nella mia cantina con lo scopo di registrare i brani, arrangiarli ed avere delle demo da poter successivamente registrare in studio in modo professionale… man mano che procedevo mi sono poi appassionato alla fase della “produzione” ed ho deciso di continuare investendo semplicemente “su me stesso” portando avanti un progetto in completa autonomia e facendo una buona esperienza nell’Home Recording…

Ci sarà anche un tour?
Sto lavorando per portare i miei brani in giro e propormi live in vari contesti…
Finiti gli eventi di presentazione partirò con alcune date “fuori provincia” cercando di portare la mia musica in tutte le province della Toscana ed approfittando del periodo estivo per toccare le principali località turistiche della costa.
La prima data del tour sarà alla fine di maggio… devo ancora definire alcune cose ma in tutto ci saranno circa 20 date nel periodo tra maggio e settembre…
Seguendomi sulle mie pagine social potrete avere informazioni più precise ed aggiornate…

ASCOLTA/SCARICA UN ACCENDINO BLU
Spotify:: https://spoti.fi/2VwnjTi
Youtube:: https://bit.ly/2GTt7Tz
Deezer: https://bit.ly/2UhKAYO
Amazon:: https://amzn.to/2tNenNw
iTunes: https://apple.co/2HhAOm7

CONTATTI
Facebook: https://www.facebook.com/pg/Michele-Briganti-Cantautore
SoundCloud: https://soundcloud.com/michelebriganticantautore

Sito Internet: https://sites.google.com/view/michelebriganticantautore

BandCamp: https://michelebriganti.bandcamp.com/

Distribuzione Digitale: https://sites.google.com/view/michelebriganticantautore/la-mia-musica/un-accendino-blu-acquisto

 

Il cantautore Michele Briganti presenta l’album “Un Accendino Blu”

“Un Accendino Blu” è l’album di esordio del Cantautore Toscano “Michele Briganti” disponibile al download già dall’1 Febbraio di quest’anno. L’album è stato prodotto e realizzato in completa autonomia dall’autore, sia nella composizione di musiche, testi ed arrangiamenti, sia nelle fasi di registrazione, Mixing e Mastering,

L’album si rifà principalmente alla “scuola classica” del cantautorato italiano, presentando costruzioni musicali, tipiche della “folk song” e della “ballad acustica”, integrate con innesti ed arrangiamenti più tipici del Pop nostrano che mirano a creare un prodotto più “attuale” senza comunque snaturare la ricerca di una sonorità di natura “intimista”.

Il disco, completamente realizzato in Home Studio, propone frammenti di vita passata basandosi principalmente sul tema del ricordo e delle storie d’amore ed andando volutamente a delineare un atmosfera, molto tipica dello stile cantautorale, leggermente malinconica ed introspettiva.

ASCOLTA/SCARICA UN ACCENDINO BLU
Spotify:: https://spoti.fi/2VwnjTi
Youtube:: https://bit.ly/2GTt7Tz
Deezer: https://bit.ly/2UhKAYO
Amazon:: https://amzn.to/2tNenNw
iTunes: https://apple.co/2HhAOm7

Produzione e Realizzazione: MB Musical Recording by Michele Briganti
Registrato in Home Studio tra giugno 2016 ed ottobre 2018
Distribuzione Diretta in forma privata
Musiche ed Arrangiamenti: Michele Briganti
Testi: Michele Briganti (Il testo del brano «Va Bene Così» è stato scritto insieme a Marco Mura)

Esecuzioni: Michele Briganti: Chitarre Acustiche ed Elettriche, Basso Acustico ed Elettrico, Guitar Synt, Armonica a Bocca, Cajon e Percussioni, Batterie, Tastiere, Synt, Voce e Cori Leonardo Bianchi: Batterie nei brani «Status Quo», «Quello Che Mi Hai Dato», «Va Bene Così», «Signor Dottore»

Mixing e Mastering: Michele Briganti, Enrico Giusti
Progetto e Realizzazione Grafica: Michele Briganti
Foto di copertina: Enrico Giusti

CONTATTI
Facebook: https://www.facebook.com/pg/Michele-Briganti-Cantautore
SoundCloud: https://soundcloud.com/michelebriganticantautore

Sito Internet: https://sites.google.com/view/michelebriganticantautore

BandCamp: https://michelebriganti.bandcamp.com/

Distribuzione Digitale: https://sites.google.com/view/michelebriganticantautore/la-mia-musica/un-accendino-blu-acquisto

Tra il dire e il fare, l’esperimento elettronico di Michele Maraglino (nuovo singolo!)

cover

Tra il dire e il fare” è il nuovo singolo di Michele Maraglino pubblicato il 14 Febbraio 2019 nei principali digital store.

Un brano un po’ insolito dalla produzione alla quale ci ha abituato fin’ora il cantautore Tarantino trapiantato a Perugia da oltre 10 anni.

Un esperimento elettronico di qualche anno fa che a quanto pare (così scrive sulla sua Pagina Facebook) non è mai riuscito a pubblicare.

Arrangiato insieme a Salvatore Marazzita e finalizzato da Leonardo Bizzarri a Perugia nel 2014.

La copertina è a cura dell’illustratore Valerio Gamba meglio conosciuto come LEG.

ASCOLTA/ACQUISTA
Spotify:: https://spoti.fi/2IdXfux
Youtube:: https://bit.ly/2E9UxSH
iTunes:: https://apple.co/2TPPBaT
Amazon:: https://amzn.to/2tikOrI
Google:: https://bit.ly/2SAkqDM
Deezer:: https://bit.ly/2SvX3eT
Apple Music:: https://apple.co/2TPPBaT

GUARDA IL LYRIC VIDEO
https://youtu.be/QoT3Tp39YGI

Biografia. MICHELE MARAGLINO è un cantautore attivo dal 2005 (Taranto classe 1984). Pubblica quasi un demo all’anno fino a quando, il 21 Giugno 2010, debutta con il suo primo EP autoprodotto “Vogliono solo che ti diverti”. Il 14 Settembre 2012 pubblica il suo primo disco dal titolo “I Mediocri” (per La Fame Dischi, etichetta che ha fondato nell’estate del 2011) che viene molto apprezzato da pubblico e critica (finalista Premio DEMO D’AUTORE 2013 Demo Radiouno, premio speciale “I Postumi di Fred” Premio Buscaglione 2013, semifinalista SUPERSTAGE 2013 MEI, semifinalista AREZZO WAVE UMBRIA 2013, per citarne alcuni) e promosso da un lungo tour durato circa due anni. Inoltre un brano del disco (L’Aperitivo) finisce nella colonna sonora del film “Buongiorno Taranto” di Paolo Pisanelli. Il 25 Febbraio 2015 esce sempre per La Fame Dischi il secondo album dal titolo “Canzoni Contro la Comodità”. Michele Maraglino è anche scrittore: all’età di 17 anni scrive il romanzo “Il Piccolo Salmone” e nel 2009 pubblica “Lettere dal Coraggio di Efrem Tramonti”, un romanzo in forma epistolare che il 29 gennaio 2011 viene trasformato in Radiodramma e trasmesso su Radiotre. Nel 2013 entrambi i romanzi vengono raccolti in un unico volume dal titolo DUE STORIE. Sul finire del 2016 pubblica un nuovo libro dal titolo “Il Segreto Per Vivere di Musica”. Attualmente è al lavoro al suo terzo disco.

CONTATTI
info@lafamedischi.com
https://instagram.com/michele_maraglino
http://facebook.com/michelemaraglino
http://youtube.com/mmaraglinofficial
http://twitter.com/michelemaraglin

Un anno di CaveLab – 1st Cavelab Compilation One Year At Work

cavelab-compila

Siamo felici di annunciare l’uscita della prima compilation del CaveLab !

Dopo un anno di intenso lavoro ecco a voi “1st CaveLab Compilation One Year at Work”

Disponibile in free download per un periodo di tempo limitato

16 brani di 16 artisti, rappresentano parte del lavoro svolto durante il 2018 nella
nostra piccola realtà, CaveLab!

Ogni brano fa parte di un disco che è stato realizzato o in parte o interamente presso
il CaveLab Music Studio di via Cartolari 14

Tracklist
1.JAMES RITCHIE – BACK TO PARADISE / 2.JOLEBALALLA – LISTEN / 3.TITO ESPOSITO –
READY OR DOWN / 4.SOUTHOLOGY – PURA VIDA / 5.FUNNY VALENTINA – PURE / 6.NuTRIO –
SUMMER TIME / 7.SOPHIA – OCEAN / 8.INNA CANTINA – MARJIUANA / 9.YORI&NAKI –
IMPLICITO / 10.BRUSCO – PASTICCERA / 11.KALEIDO – NYANE / 12.TRAINRIDER –
TRAINRIDER / 13.MIKE WARREN – RIDE ON / 14.MACGREGOR&CARAFFA – WHEELMAN /
15.NATE KANTNER – DON’T WATCH THE STORM / 16.MARCO EVANGELISTA – FLOWING

free download su www.cavelab.it