Intervista a Dex Pascal, online con Libera la libertà

Torniamo a parlare di Dex Pascal, il cantautore folk pop siciliano online con il singolo Libera la libertà.

Gli abbiamo chiesto qualcosa in più in una nuova intervista.

  • Ciao Dex, benvenuto su Ascolta la musica! Oggi vogliamo parlare del tuo nuovo singolo “Libera la libertà”, vuoi presentarti ai nostri lettori?

Sono Fabio Aiello in arte Dex Pascal, per gli amici Dex. Sono un cantautore Siciliano classe 83, ho sempre ascoltato musica e scrivo canzoni da circa 20 anni, anche se sono entrato nel mercato musicale soltanto 2 anni fa. “Libera la libertà” è il mio ultimo singolo, pubblicato l’8 marzo a distanza di 2 anni dal primo singolo “via dalla città”.

  • In questo periodo è molto strano parlare di libertà, come stai affrontando artisticamente questo momento?

In realtà è sempre strano parlare di libertà, perché se ne parliamo vuol dire che manca. Oggi la mancanza di libertà, che tutti percepiamo, è legata alla pandemia. La libertà di cui parlo nel brano invece è quella che crediamo di avere, poiché spesso non ci rendiamo conto di essere “schiavi” della società, dei vizi, dei pregiudizi e della paura.

Artisticamente la sto vivendo molto bene. Sicuramente mancano i concerti e la possibilità di potersi esibire e portare in giro la propria musica, però sto facendo un bel lavoro in studio con l’aiuto di Silvio Mauro.

  1. Com’è nato il pezzo?

È nato in un periodo abbastanza particolare della mia vita, nell’aprile del 2017, avevo subito un infortunio alle corde vocali e mi era stato vietato di parlare, (sono rimasto per due mesi in silenzio e circa un anno senza cantare) stavo strimpellando con la chitarra, quando nella mia mente ho iniziato a elaborare una melodia e, come faccio di solito, ho scritto di getto il testo. Solo quando ho ripreso a cantare ho potuto constatare che ciò che avevo “immaginato” poteva diventare un vero brano e infatti ora è parte integrante del mio progetto musicale.

  • Quali sono le tue influenze musicali?

Inizialmente hanno avuto molta importanza band della scena Grunge e punk come i Nirvana, Pixies, Offspring, Smashing Pumpkins. Successivamente sono stato molto influenzato dal cantautorato Italiano, De andrè, Guccini, De Gregori, Mannarino Max Gazzè, la lista potrebbe essere infinita.

  • Il brano parla anche di attualità e delle difficoltà che viviamo ogni giorno, come definiresti il tono usato?

Per certi aspetti uso un tono che potrebbe sembrare sarcastico, ma in realtà vuole solo essere un tono esortativo. Quando dico nel ritornello “Libera la mente libera la libertà” vuole essere un’esortazione a fuggire dalla “prigione mentale” che noi stessi ci creiamo, e che limita di fatto la nostra libertà

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...